La Bi di Microsoft vuole essere globale

Con Yukon, la casa di Redmond intende ampliare il campo della business intelligence.

22 novembre 2002 La visione di Microsoft è chiara: la business intelligence deve poter garantire vantaggi a tutti i reparti aziendali. Ma la società guidata da Bill Gates si spinge ulteriormente avanti e punta a estendere i benefici della Bi oltre i confini della singola impresa, coinvolgendo clienti e partner, anche per quanto riguarda le Pmi. Per dar voce al proprio pensiero, la casa di Redmond sta realizzando la versione Yukon del proprio database Sql Server, che sarà disponibile in versione beta nella prima metà del 2003. In particolare, Yukon sarà caratterizzato da funzionalità Etl nonché dallo sviluppo di un workbench. E', inoltre, attesa una non meglio definita feature “Ac III”, che dovrebbe essere collegata al motore Olap e al data mining. Proprio il motore Olap dovrebbe risultare maggiormente scalabile. Ulteriori aspetti di Yukon che Microsoft intende curare in modo approfondito per spingere la business intelligence all'interno di ogni intercapedine aziendale, emergono la sicurezza (l'accesso Http per utilizzatori non riconosciuti è, ad esempio, disabilitato) e il clustering di failover. In aggiunta, è previsto in modo nativo il protocollo Xml per l'analisi (Xml/A) che permette di sviluppare servizi di Bi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here