Zte, Wind Tre e Open Fiber hanno effettuato da Barcellona verso L'Aquila, la prima videochiamata 5G attraverso il Mediterraneo. La dimostrazione è stata conforme allo standard 3GPP R15.

Basata sulla rete pilota 5G implementata a L'Aquila, la videochiamata adotta le soluzioni 5G end-to-end della società cinese, tra cui RAN, rete centrale, carrier e dispositivo.

Attraverso due smartphone Zte 5G, la videochiamata è stata effettuata dal Mobile World Congress di Barcellona a L'Aquila, città sede del Centro di Ricerca e Innovazione sul 5G di Zte. Di conseguenza, lo stand Zte del Mwc di Barcellona ha presentato la diretta streaming dei contenuti video.

Come partner strategici, Zte, Wind Tre e Open Fiber hanno condotto la sperimentazione del MISE in partnership con l'Università dell'Aquila, in programma dal 2018 al 2020.

In questo lasso di tempo ZteE, Wind Tre e Open Fiber hanno sviluppato congiuntamente la prima rete 5G pre-commerciale in Europa.

Inoltre, in occasione dello Zte Wireless User Congress e del 5G Summit, tenutosi a L'Aquila lo scorso novembre, Zte e i suoi partner hanno effettuato una dimostrazione 5G basata su HD UAV e live streaming Panorama VR.

Finora la società cinese ha collaborato su 5G con 30 operatori in tutto il mondo e ha lanciato prodotti commerciali 5G end-to-end, soddisfacendo le esigenze della prima ondata di distribuzione della rete 5G. E In futuro Zte continuerà a lavorare con i partner per promuovere la tecnologia 5G e accelerare la sua commercializzazione a livello mondiale, fornendo agli utenti globali esperienze 5G avanzate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome