It: in calo ordini e fatturato

I dati dell’indagine congiunturale di Assinform segnalano anche problemi sul fronte occupazionale

L'It peggiora. L'indagine congiunturale Assinform-Netconsulting mostra infatti un inasprirsi delle difficoltà del settore rispetto alla precedente rilevazione di febbraio. Per il 48,5% delle aziende intervistate l'andamento del fatturato è peggiorato rispetto a febbraio (erano il 42,9%) con il 6,1% di queste che registra una netta diminuzione della propria performance, mentre l'area che si defnisce stabile passa dal 32,1% al 27,3%.


Brutte notizie anche per quanto riguarda l'andamento degli ordinativi con il 52,6% delle aziende che registra un calo (44,4%), il 22,4% che non registra novità rispetto alla precedente rilevazione (37%) e il 24,9% che mostra concreti segnali di ottimismo (18,5%).


Le conseguenze si vedono sulle previsioni riguardo l'occupazione con il 21,3% che stima una diminuzione dei dipendenti (17,2%), mentre l'area stabile passa da 51,7% a 54,5% e quella in miglioramento si riduce da 31% a 24,2%. Peggio va ai consulenti con il 57,3% che prevede un peggioramento (55,5%), il 31,4% stabile (37%) e l'11,4% in miglioramento (7,4%).


Dati che fanno temere un ulteriore calo delle tariffe professionali con, come afferma Giancarlo Capitani di NetConsulting, una penalizzazione delle figure più costose e una situazione più favorevole per chi le risorse It le ha in paesi a basso costo del lavoro come le multinazionali dei servizi.


Fra i Paesi a basso costo del lavoro, però, ci potrebbe essere anche l'Italia visto che in Europa le tariffe sono mediamente più care del 35% rispetto alla Penisola tanto che qualche azienda inizia a registrare significativi risultati sui mercati del Centro e Nord Europa.


Il problema è trovare i clienti visto che il 71,4% (70%) non appare intenzionato a impegnarsi in nuovi progetti che riguardano solo il 25% delle aziende (20%) e segnali non positivi arrivano anche dalla spesa corrente dove il peggioramento riguarda il 62,9% delle aziende (57,2%).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here