IoT: ruolo chiave per operatori Tlc e Ict

Verizon_IoTInteressati ad adottare dispositivi intelligenti, possibilmente rivolgendosi a un unico fornitore, operatori di telecomunicazioni compresi.
Sono i consumatori interpellati da Accenture nell’indagine “Engaging the Digital Customer in the New Connected World” dalla quale è emerso il ruolo chiave delle aziende del settore Tlc e Ict per lo sviluppo dell’ecosistema digitale.

Condotta online fra ottobre e novembre 2014 interpellando in 24 Paesi nel mondo 24mila consumatori con un’età compresa fra 14 e 55 anni, per un campione rappresentativo della popolazione connessa, l’indagine ha analizzato abitudini, atteggiamenti e aspettative riguardo al possesso di dispositivi digitali, al consumo di contenuti, ai vincoli della banda larga, alla fiducia nel digitale e all’Internet delle Cose.

Ne è venuto fuori un quadro all’interno del quale gli operatori di telecomunicazioni si piazzano tra i primi tre fornitori da cui i consumatori intervistati acquisterebbero termostati intelligenti, sistemi d’allarme domestici e di intrattenimento per auto.
Nelle aziende del comparto Tlc, come pure negli operatori del segmento Ict, gli utenti ripongono la propria fiducia considerandoli dei veri e propri facilitatori nel rapporto con le nuove tecnologie, grazie alla capacità di sviluppare e fornire specifici servizi personalizzati attraverso l’uso di data analytics.

Proprio l’uso delle nuove tecnologie solleva, infatti, nei consumatori finali non poche perplessità, se è vero che circa l’83% degli interpellati da Accenture trovano difficile utilizzare, attivare e connettere a Internet i dispositivi intelligenti in loro possesso.
Gestire la complessità diventa allora una delle principali sfide poste dalla trasformazione digitale, tanto da lasciar intendere che le aziende che operano in questo settore hanno l’opportunità di capitalizzare la fiducia dei clienti realizzando prodotti evoluti ma di facile utilizzo.

Mettendo a frutto anche la forza dei canali locali di distribuzione e la gestione di reti a elevata efficienza, gli operatori dei comparti Tlc e Ict hanno, infatti, la possibilità di giocare un ruolo chiave nell’abilitazione di servizi digitali avanzati contribuendo, in questo modo, a una diffusione di massa del digitale.
Anche in considerazione del fatto che da Engaging the Digital Customer in the New Connected World emerge che il 79% degli intervistati preferirebbe un unico fornitore per gestire tutti i prodotti e servizi di comunicazione e intrattenimento che utilizza.

Ancora analizzando i risultati della ricerca, emerge che le aziende di Tlc e Ict si confermano la prima scelta per i clienti che hanno bisogno di servizi dati e voce e stanno avanzando come scelta su cui poter contare tra i consumatori. Il 60% degli intervistati preferisce le aziende di telecomunicazione per i servizi voce sul fisso, mentre scende al 54% quando hanno bisogno di Internet dalla rete di casa. Molto alta anche la preferenza per gli operatori di rete mobile scelti dal 53% degli intervistati per i servizi voce e dal 50% per i dati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here