Intel, in cinque per il mobile

Cinque nuovi processori mobile amplieranno entro fine giugno la gamma di Cpu marchiate Intel. In grado di incrementare le prestazioni dei portatili, i microprocessori offriranno soprattutto opzioni a basso consumo, aumentando la durata delle batterie d …

Cinque nuovi processori mobile amplieranno entro fine giugno la gamma
di Cpu marchiate Intel. In grado di incrementare le prestazioni dei
portatili, i microprocessori offriranno soprattutto opzioni a basso
consumo, aumentando la durata delle batterie dei modelli ultraleggeri
che li ospiteranno. In base ad alcune recenti analisi, è stato
rilevato, infatti, che chi acquista un notebook, spesso non lo compra
per sostituire il desktop in tutte le sue funzioni, ma semplicemente
per disporre di uno strumento di lavoro maneggevole e capace di
garantire una lunga autonomia elaborativa. Queste caratteristiche di
portabilità e indipendenza tendono ad accentuarsi nei casi in cui
l'utente è costretto a spostarsi per lavoro, facendo passare in
secondo piano aspetti come dimensioni del monitor, capacità grafiche
e potenza del processore.
Sulla scorta di queste preferenze, Intel è ora pronta al rilascio di
tre microprocessori ad alta velocità e due a basso consumo.
I primi comprendono un Pentium III 750 con tecnologia SpeedStep, e
due nuovi mobile Celeron a 600 e 650 MHz. I secondi prevedono,
invece, un Pentium III 600, con tecnologia SpeedStep, in grado di
consumare meno di 1 watt e un Celeron 500 capace di lavorare con 1.35
volt contro gli 1.6 normalmente richiesti.
Dopo il rilascio di queste ultime Cpu mobile, la roadmap dei
processori di fascia proseguirà subito verso nuove tappe. Per la
seconda metà dell'anno, Intel prevede, infatti, il rilascio degli 800
e degli 850 MHz, per il primo trimestre del 2001 l'annuncio dei 900 e
per la prima metà del anno prossimo la disponibilità dei processori a
1 GHz. La versione mobile del chip Willamette debutterà, invece, dopo
la definitiva transizione a 0,13 micron della tecnologia a 0,18
micron.
Intanto, la battaglia nel segmento mobile si sta facendo più aspra:
Transmeta, che con i propri chip promette lunga durata alle batterie
dei portatili, sta già preparando nuovi annunci e alleanze con alcuni
costruttori di notebook e Amd, che sta lavorando sulla versione
mobile di Athlon, si appresta a lanciare il nuovo processore a una
velocità di circa 800 MHz, ponendosi in diretta concorrenza con Intel.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here