Intel e Amd, botta e risposta sui 400 MHz mobile

Nel giro di un paio di giorni, i due principali contententi nel settore dei chip per pc hanno aggiornato in modo speculare la propria offerta destinata ai notebook. Risale allo scorso lunedì, infatti, l’annuncio ufficiale da parte di Intel della …

Nel giro di un paio di giorni, i due principali contententi nel settore dei
chip per pc hanno aggiornato in modo speculare la propria offerta destinata
ai notebook. Risale allo scorso lunedì, infatti, l'annuncio ufficiale da
parte di Intel della disponibilità dei Pentium II e dei Celeron mobile a
400 MHz, mentre Amd ha fatto eco martedì con i propri K6-2, sempre a 400
MHz. Come di consueto, agli annunci dei due produttori è corrisposto
l'aggiornamento dei notebook di tutti i principali vendor (si veda
x-link
Sono in arrivo i notebook...; 004; A; 14-06-1999
x-fine-link
). Per Intel, i nuovi Pentium II (disponibili in quattro diversi packaging
per adattarsi alle dimensioni dei case e dotati di 256 Kb di cache L2)
rappresentano la punta di diamante per il settore high-end ma, soprattutto,
significano l'ingresso ufficiale nel processo di produzione a 0,18 micron.
I processori, infatti, sono realizzati sia con la collaudata tecnologia a
0,25 micron sia con quella nuova a 0,18, che consente, tra l'altro, di
ridurre ulteriormente le dimensioni del chip e di aumentarne la potenza.
Quanto ai Celeron a 400 MHz, rimangono invece basati su tecnologia a 0,25
micron e implementano 128 Kb di cache di secondo livello. I prezzi di
riferimento, per lotti di mille unità, sono pari a 530 e a 187 dollari,
rispettivamente, per Pentium II e Celeron a 400 MHz nei packaging Bga.
Passando a Amd, la tecnologia di produzione dei nuovi K6-2-P a 400 MHz è a
0,25 micron, mentre il prezzo è di 187 dollari. Esattamente, quindi, quant
o
i Celeron del rivale. L'obietttivo del produttore è quello di allargare
l'offerta aumentando la competitività in tutti i semgenti del computing
mobile, per arrivare, nel 2001, al 30% di share nel mercato globale dei
microprocessori per pc.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here