In vacanza con Sun all’ultimo minuto

La flessibilità e la potenza architetturale garantite dalle soluzioni dell’azienda californiana sono alla base del sistema di Last Minute Tour, che offre un servizio attivo 7×24, raccogliendo in un unico database le offerte online dei viaggi, senza replicare i dati nelle varie nazioni in cui opera.

In vacanza dal Web e senza rischi. Potrebbe essere questo lo slogan di Last Minute Tour, tour operator italiano che vende online pacchetti viaggio ultimo minuto, con prenotazione in tempo reale, e che si vanta di garantire l’effettiva disponibilità delle offerte presentate.


L’azienda che, tra le prime, ha dato concretezza all’opportunita di scegliere su Internet la propria vacanza, a prezzi altamente ridotti, aveva l’esigenza di poter contare su un sistema di gestione che fosse rapido anche nei momenti di maggior picco e che rendesse disponibili in tutti i paesi ove la società opera, con immediata conferma e prezzi trasparenti. La soluzione, progettata per supportare le enormi variazioni nel numero di utenti collegati, anche in funzione della stagionalità, e per permettere la prevista espansione sui mercati esteri, si è basata sulle soluzioni tecnologiche Sun Microsystems, che ha fornito l’hardware e il software di base del sistema informativo.


"Nel nostro sito - spiega Alessandro Angelelli, direttore marketing di Last Minute Tour - contiamo da una media di 700mila a oltre tre milioni di accessi al giorno, in determinati periodi dell’anno. Dobbiamo, quindi, essere tecnologicamente in grado di gestire i sovraccarichi, che nel settore turistico capitano abbastanza frequentemente.


Il sistema informativo realizzato dispone di un’architettura di tipo three-tier, con un database centrale che si appoggia all’Rdbms Oracle, diversi tipi di client e un application server che, inizialmente, era sviluppato in-house ma la società sta migrando


su architettura Enterprise Java Beans, "il cui approccio - evidenzia Antonio Sorrentini, Chief technology officier della società - ci permette di editare contemporaneamente lo stesso dato con lock solo a livello di prezzo e/o disponibilità, consentendoci la parallelizzazione di determinati aggiornamenti o traduzioni.

Le esigenze


Dal punto di vista tecnologico, l’infrastruttura di Last Minute Tour si differenzia da quella di altri operatori online del settore. "Normalmente - prosegue il manager -, chi opera nel turismo via Internet dispone di un database, ma la logica applicativa della consultazione e della prenotazione è limitata al front end Web. Alla società serviva, invece,un sistema in grado di consentire anche la gestione dell’offline, oltre che la rivendita del servizio ad altri agenti su canali diversi dalla Rete. Inoltre, il sistema doveva permettere l’espansione su mercati diversi, senza che fosse necessario replicare il database sui sistemi informativi locali.


"Noi non acquistiamo il viaggio dal tour operator prima che sia stato, effettivamente, prenotato dall’utente - continua Sorrentini -. Questo ci consente di mantenere prezzi chiari e competitivi e di fornire conferma immediata delle disponibilità, ma è evidente che la soluzione è gestibile solo disponendo di un’architettura solida e flessibile, che garantisca l’univocità e l’affidabilità del dato presente sul database oltre che l’aggiornamento costante e in tempo reale.


L’esigenza di Last Minute Tour di mantenere un’unica banca dati a livello mondiale nasce dalla necessità di disporre di informazioni univoche, con la possibilità di inserire, solo una volta, i vari prodotti, vendibili contemporaneamente in più paesi. "I nostri corrispondenti nel mondo - indica il manager -, cioè le interfacce con i tour operator e le strutture locali, devono poter inserire le offerte nel database, in lingua inglese o nella lingua del posto, secondo una procedura leggera ma efficace.


La realizzazione dell’infrastruttura tecnologico-applicativa modulare e flessibile, sia per l’online che per l’offline, consente l’accesso/aggiornamento rapido e differenziato per singole situazioni commerciali, sull’unico database mondiale, dei prodotti disponibili da parte dei vari operatori autorizzati, in qualsiasi paese si trovino.


Tramite l’utilizzo della piattaforma Unix Sun Solaris, scelta da Last Minute Tour, la soluzione Enterprise Java Beans garantisce la possibilità di accessi e aggiornamenti concorrenti sul dato, pur nella certezza di rispettare la sicurezza e l’integrità delle informazioni. Come già detto, poi, l’architettura three tier non rende necessaria la duplicazione delle basi dati, né, di conseguenza, la creazione di dipartimenti It locali.

Con un occhio all’high-availability


La soluzione Sun cluster, così come configurata in Last Minute Tour, permette di realizzare un vero e proprio sistema di fault tolerance. "Sia database server, che application server sono in cluster - puntualizza Michele Nicosia, network e system administrator del tour operator -, cioè con disponibilità in caso di failure di un nodo. L’application server prevede già il bilanciamento del carico fra i nodi, mentre il Dbms è configurato per equilibrare il carico fra le due istanze. La struttura complessiva è stata pensata senza single point of failure. Tutti i Web server sono ridondati, così come la connessione al nostro provider e i firewalll, compreso il load balancer.


La soluzione Sun è composta da due Ultra Enterprise 4500, server compatto e a basso costo che offre funzioni Ras di classe enterprise, unitamente a un’elevata potenza di elaborazione. Le prestazioni sono state recentemente migliorate, grazie all’aggiunta del lettore di Cd Rom Sun Cd32 e di un bus di sistema Gigaplane avanzato da 100 MHz, in grado di supportare l’upgrade alle Cpu.

I vantaggi


La struttura architetturale di Last Minute Tour - puntualizza Angelelli - mette a disposizione dei nostri clienti una serie di prodotti complessivi, frutto di combinazioni ottimizzate, personalizzate e studiate "su misura" per i vari mercati. L’architettura scalabile mette Last Minute Tour in condizione di poter far fronte a eventuali fluttuazioni o all’espansione del mercato Internet. "Nel 1995, quando siamo nati, c’era già l’idea di vendere i prodotti via Internet - spiega il responsabile It - ma in Italia il mercato non era ancora maturo, per cui un semplice pc come server era più che sufficiente per far fronte a un business che si esauriva quasi completamente nei rapporti con le agenzie associate. Con il tempo, il Web ha cominciato a costituire un’area sempre più significativa del mercato turistico: nel 1997 Last Minute Tour ha attivato il proprio sito per gli acquisti online e nel 2000 ha contato circa 60 milioni di accessi (con una crescita del 4.000% rispetto al 1999) e circa 110mila utenti registrati, contro i 40mila dell’esercizio precedente. Per questa crescita esponenziale, la società, che ha base a Milano, ha scelto di orientarsi verso Java che permette di scrivere applicazioni su qualsiasi piattaforma. Il modello di elaborazione Java Computing, poi, trasferisce le applicazioni e la memorizzazione dei dati dal desktop alla rete, al server.

Questo fa sì che il valore aggiunto costruitosi in anni di sviluppo di applicazioni personalizzate sia salvaguardato nel tempo, senza necessità di riscrittura di codice. "Aver deciso per Java - dice ancora Sorrentini - ci garantisce margine per la scelta della piattaforma hardware da utilizzare. Anche se domani acquistassimo da Sun un nuovo processore o un sistema operativo, non avremmo bisogno di ricompilare l’applicazione. La scelta di Enterprise Java Beans su application server Weblogic deriva da una sostanziale necessità di scalabilità, non solo hardware, ma anche applicativa, dalla possibilità, cioè, di far eseguire in parallelo anche su più elaboratori la stessa applicazione.


Questo approccio verso la gestione delle reti, indipendente dalla piattaforma, permette alle organizzazioni distribuite, come Last Minute Tour, con decine di posti di lavoro distribuiti nel mondo, e l’accesso via Internet di migliaia di utenti, di ottimizzare i costi relativi alle infrastrutture tecnologiche.

Le prospettive future


Il progetto di espansione internazionale, reso operativo nell’aprile scorso, rappresenta l’applicazione a cui, negli ultimi mesi, Last Minute Tour ha dedicato maggiori sforzi. Tra le ipotesi di business per il futuro spicca l’idea di differenziare la propria presenza a livello internazionale. In paesi "strategici" per volume d’affari, Last Minute Tour sarà comunque presente in prima persona, mentre per quelli a "basso potenziale" la società sta pensando di organizzare un servizio di licensing delle tecnologie, del marchio e, più in generale, della filosofia di gestione del prodotto turistico. "Ci saranno - conclude l’interlocutore - partner, già operanti nel settore turistico, che opereranno con la massima autonomia, pur nell’ambito delle linee guida da noi definite, e potranno accedere alla nostra infrastruttura tecnologica, sostanzialmente in una modalità Asp, utilizzando sempre e solo i nostri server. Si verrà, così, a creare un network unico, e tutti gli utenti si collegheranno con il server Sun centralizzato, che potrà essere ampliato in modo flessibile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here