Il transistor più veloce? È made by Amd

La società ha reso noto di aver messo a punto una tecnologia che consentirebbe di realizzare componenti più rapidi di quelli annunciati da Intel la scorsa settimana. Tra i due contendenti spunta però Ibm con un nuovo transistor che potrebbe sovvertire lo stato delle cose

A meno da una settimana da quando Intel ha dato notizia di stare sviluppando
un transistor capace di operare a una frequenza di 2,63 teraHertz (ossia 2.630
GHz), Amd annuncia che il primato in termini di velocità spetta a lei. Durante
un meeting sui dispositivi elettronici, Advanced Micro Devices ha infatti
dichiarato di avere in cantiere un transistor capace di raggiungere i 3,33
teraHertz. Ed è proprio attraverso questi 700 miliardi di transizioni in più al
secondo che vuole rendere nota la propria supremazia, seppure non riconosciuta
da nessun organo ufficiale, nel campo della tecnologia dei microprocessori per
pc.


Basato su una tecnologia a 0,015 micron, il velocissimo transistor di Amd
dovrebbe poter essere impiegato all'interno dei chip che verranno realizzati nel
2009 e che saranno costruiti a partire da wafer di 300 mm.


Ma tra i due litiganti sembra spuntare il terzo incomodo, che nella
fattispecie ha il nome di Ibm. All'interno del medesimo meeting in cui si è
avuto l'annuncio di Amd, i responsabili di Big Blue hanno dato infatti notizia
di avere quasi completato il progetto di in transistor a doppio gate, ossia di
un componente che dovrebbe permettere il raddoppio del flusso di corrente e
quindi un notevole aumento delle prestazioni. Ma nel contempo dovrebbe poter
consentire di ridurre drasticamente la quantità di corrente che passa attraverso
ogni singolo gate e quindi favorire la gestione del risparmio energetico.


Anche in questo caso, però, non si parla di implementazione pratica prima del
2007.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here