Il test del Philips PSC 805 Aurilium 5.1

novembre 2003 Aurilium è un modulo audio esterno USB con supporto 5.1 e uscita a 24 bit. Le dimensioni non ridottissime la rendono poco adatta ad essere portata con sé assieme al notebook, nonostante abbia il vantaggio di non richiedere a

novembre 2003 Aurilium è un modulo audio esterno USB con supporto
5.1 e uscita a 24 bit. Le dimensioni non ridottissime la rendono poco adatta ad
essere portata con sé assieme al notebook, nonostante abbia il vantaggio
di non richiedere alimentazione esterna, dunque è pensata soprattutto per
chi usa il portatile anche a casa, dove notebook con sezioni audio limitate potranno
trasformarsi in sistemi con audio di qualità, grazie a un rapporto segnale/rumore
dichiarato di ben 106 dB.

È indicata anche per il giocatore: supporta gli standard audio 3D EAX
1-2 di Creative e A3D: solo i pochi giochi recenti che già sfruttano
l’audio con ambienti sonori multipli di EAX Advanced HD 3/4 non renderanno
al meglio. È compatibile solo con Windows 2000 o XP.

Un punto di forza è l’innovativo software Sound Agent 2, la cui
interfaccia grafica si modifica secondo le azioni dell’utente: “sente”
in tempo reale il numero di casse collegate, modifica l’input se si collega
un microfono, e così via.

Per gli esperti ci sono mixer, Eq a 10 bande, ma il bello sono le funzioni
automatizzate: QRumble (miglioramento bassi con casse economiche), QSizzle (miglioramento
Mp3), e soprattutto QXpander, che crea effetti audio 3D 5.1 in un gioco con
audio stereo, in base ai movimenti dei personaggi a schermo. Tutti questi parametri
sono regolabili visualmente, per esempio modificando le dimensioni di un’area
ovale o spostando fasce colorate a 360°, rendendo tutto molto intuitivo.

Per chi volesse funzionalità audio avanzate, la Aurilium ha però
lo svantaggio di essere priva di ingresso digitale: può campionare solo
in analogico e a 16 bit/48 KHz, visto che i 24 bit sono supportati solo in uscita.

L’audio dei film su DVD può essere inviato a decoder esterni tramite
l’uscita digitale, ma la scheda non ha un suo decoder Dolby Digital o
DTS, e sfrutta quelli installati dai software di riproduzione di DVD.

In prova la Aurilium ha mostrato un rumore totale ingresso/uscita analogica
a 24 bit di -73,8 dBA, valore non esaltante (la media è di -85 dBA, e
la Audigy2 NX tocca i -96,9 dBA). Altri parametri, come la distorsione armonica,
registrano valori intermedi tra le schede di fascia economica e le “top
di gamma”: l’uscita a 24 bit ha una notevole pulizia, ma l’ingresso
a 16 bit non è altrettanto pulito, confermando che il modulo Philips
è adatto all’ascolto di audio di qualità ma non a esigenze
di campionamento ad alta fedeltà. Bassa invece, per un modulo esterno,
l’occupazione della CPU con l’audio 3D: 3,65%, inferiore a molte
schede interne di fascia economica e decisamente migliore della Audigy2 NX (10,9%),
cosa che rende la Aurilium ideale per il videogiocatore.

Caratteristiche tecniche
Nome: PSC 805 Aurilium 5.1
Produttore: Philips http://www.philips.it
Compatibilità: SBPro, DirectSound 3D, EAX 1-2, A3D,
Windows Media 9
Caratteristiche audio: uscita 24bit/96KHz, campionamento 16bit/48KHz,
rapporto s/r 106dB.
Altoparlanti pilotabili: sino a 6 (5.1)
Connettori: Analog Out Front Left/Right, Rear Left/Right, Sub/Center
miniJack Mic In, Line In e cuffie stereo; Spdif Rca Out; Spdif Optical TOSLink
Out (Dolby e Dts codificato)

Pro
• Buona qualità uscite a 24 bit
• Software “intelligente” e facile da usare
• Bassa occupazione cpu audio 3D
• Alimentata dal PC tramite porta USB
• Ricrea audio 5.1 in giochi con audio stereo

Contro
• Bassa qualità ingressi audio
• Campiona solo a 16 bit
• Assenza ingresso digitale
• Assenza porte MIDI

Prezzo
99 euro (IVA compresa)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome