Il prezzo giusto per giocare

Test di tre schede 3D di fascia intermedia basate sui chip Radeon 9600 Pro e GeForce FX 5600

luglio 2003 Il Radeon 9600 Pro e il GeForce
FX 5600
sono gli ultimi due chip grafici di fascia intermedia rilasciati
rispettivamente da ATI e Nvidia. Il Radeon 9600
Pro andrà a sostituire l'attuale Radeon 9500 Pro,
l'FX 5600 avrà lo stesso ruolo con le GeForce4 Ti 4200.
Entrambi i chip sono realizzati con il processo costruttivo a 0,13 micron, supportano
il DirectX 9 e l'AGP 8X.
L'uscita di nuovi modelli ha quasi sempre come conseguenza la riduzione
del prezzo
dei precedenti, i quali magari non saranno aggiornati con
le ultime funzionalità ma ugualmente in grado di offrire prestazioni e
qualità visiva di ottimo livello. Abbiamo trovato una ATI Radeon
9100 con 128 MB di memoria a meno di 100 euro
. Nonostante si tratti di
una chip grafica con qualche anno di anzianità alle spalle (è di
base un Radeon 8500 funzionante a frequenze di clock più alte) il 9100
ha prestazioni simili, in molti casi addirittura superiori, al Radeon 9000.
Un
altro ottimo affare sono le schede basate sul GeForce4 Ti 4200, reperibili a meno
di 150 euro. In condizioni di funzionamento non esasperate, senza esagerare nella
risoluzione e nel livello dell'antialiasing, arrivano a competere nei test con
le GeForce FX5600. L'unica limitazione in entrambe è il supporto per il
DirectX 8 ma d'altra parte non è che abbondino i giochi DirectX 9.

I risultati falsati di 3D Mark
In Internet sono apparse delle notizie su driver “ottimizzati”
per l'esecuzione del benchmark grafico 3DMark 2003
di Futuremark.
Abbiamo usato le virgolette in quanto non si tratta di un'ottimizzazione
derivata da un affinamento dei driver ma di una vera e propria modifica delle
condizioni di esecuzione.
Il driver intercetta le chiamate di alcune funzioni
grafiche da parte del benchmark e la sostituisce con altre dall'apparenza
simili, ma inferiori come qualità grafica, che richiedono meno calcoli
da parte della CPU grafica. ATI e Nvidia sono le due società chiamate
in causa.
Per evitare inquinamenti dei risultati del test 3DMark 2003 da parte
dei driver, Futuremark ha rilasciato l'aggiornamento 3.30, usate dai PC
Open Labs in questa prova. Le schede sono state testate a due risoluzioni: 1.024
x 768 e 1.280 x 1.024 punti. Le singole prove sono a disposizione cliccando
sui link in alto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here