Il 2001 di Deutsche Telekom

Il colosso telefonico chiude il 2001 con perdite per 3,5 miliardi di euro, superiori a quelle stimate dagli analisti, e ora pianifica la vendita di alcuni asset per ridurre i costi.

Si chiude male il 2001 per Deutsche Telekom. Nonostante i primi nove mesi in positivo, la
telco ha riportato perdite per 3,5 miliardi
di euro, rispetto a quei 2,59 miliardi preventivati da alcuni analisti di
mercato. Solo un anno fa i profitti registrati dalla società erano stati per 5,9
miliardi di euro. Nel corso del 2001 le vendite sono aumentate del 18,1%, fino a
raggiungere i 48,3 miliardi di euro mentre, in linea con le aspettative di
mercato, il risultato Ebitda è cresciuto del 17%, fino a toccare i 15,1 miliardi
di euro. Ma a quanto pare non basta. Da parte sua, Ron Sommer, Ceo della
società, ha già annunciato la vendita di alcuni asset allo scopo di ridurre i
costi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here