Ict Trade: la parola agli ospiti

Al termine dei lavori, cosa dice chi c’è stato.

Al tavolo, tra un dealer calabrese, uno sardo e uno spezzino è facile
cogliere i motivi per cui questi operatori scelgono di dedicare, una volta
all'anno, tre giorni all'evento di Ferrara. Momento per fare business, per
incontrare gli interlocutori, per avviare contatti che poi si concretizzeranno
in accordi. Un senso di “utilità” che, questa è la percezione, in altre
manifestazioni si è forse perso.
Lo dicono i rivenditori, ma lo dicono anche
produttori e distributori.
E probabilmente è tutt'altro che un caso che,
impossibilitata a partecipare alla giornata conclusiva, il secondo giorno dei
lavori abbia visto il rientro sulla scena di una Yolanda Rios,
ora al timone di Tech Data, arrivata a Ferrara per “salutare gli
amici
”.

Contento Claudio Murru di Beta Systems,
che oltre ai classici one-to-one previsti in agenda ha preso parte ad alcuni dei
workshop a calendario, ponendosi come serio e critico interlocutore nei
confronti dei relatori. ”E' la prima volta che vi prendo parte e grazie a
questa manifestazione sono riuscito a parlare con dei potenziali partner. Sono
convinto che riuscirò a raggiungere l'obiettivo di tre/ quattro partner per la
commercializzazione dei miei prodotti entro l'autunno


Positiva
anche la seconda volta di Joe Sarno, di Fortinet. “Nella
seconda giornata si sono registrate un buon numero di presenze. La terza
giornata è un po' più “fiacca”, ma credo sia fisiologico. Ho notato un buon
afflusso di clienti e nuovi prospect. Credo che non si debba considerare questo
incontro un momento di aggiornamento tecnologico, ma come un momento di
confronto e incontro, con uno spazio relazionale importante
”.

Un
punto di riferimento per il canale italiano lo definisce Marco
Guazzetti, responsabile di canale Adobe
. “E' un evento di
riferimento per il canale italiano. Un momento per fare business. Del resto,
anche il fatto che sia a Ferrara può essere un vantaggio perché la città è
vicina a distretti nei quali si fa business
”.

Anche nella nuova
veste, Mauro Catalano, oggi business sales director di 3,
ritiene importante la presenza a Ferrara. “E' l'occasione per dire agli
operatori It che la convergenza è reale e che devono muoversi davvero in questa
direzione”
.

Ottima opportunità per lavorare con gli altri
fornitori, rafforzare le partnership, cercare nuove forme di collaborazione. È
questa l'opinione di Guia Lanciani It Partner Channel Manager di
Vodafone.
E' anche il momento per incontrare application developer
e solution integrator, operatori con i quali c'è però un ciclo di partnership
piuttosto lungo. Sarebbe bello, in una prossima edizione, incoraggiare la
presenza anche di dealer di fascia più bassa
”.

Michele
Banfo, marketing manager di Imation Italia
, è veterano
della manifestazione, visto che partecipa fino dal primo anno. “A Ict Trade
si consolidano i rapporti con gli altri operatori. È un importante momento per
rafforzare anche quelle relazioni rimaste in sospeso. Sto pensando
all'opportunità di collocare l'evento da martedì a giovedì, per facilitare la
partecipazione di chi ha comunque bisogno di ritornare in ufficio prima della
chiusura della settimana. E poi, una nota un po' più leggera, forse farei una
sola cena “seduta”, lasciando una serata più conviviale per stringere relazioni
nuove
”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here