Ibm spinge gli sviluppatori di Linux a programmare per i mainframe S/390

Ibm ha annunciato un progetto pilota per lavorare con utenti e sviluppatori Linux selezionati nell’intento di creare applicazioni che sfruttino i suoi mainframe S/390. Alcuni portavoce di Big Blue hanno affermato che la società lavorerà c …

Ibm ha annunciato un progetto pilota per lavorare con utenti e
sviluppatori Linux selezionati nell'intento di creare applicazioni
che sfruttino i suoi mainframe S/390.
Alcuni portavoce di Big Blue hanno affermato che la società lavorerà
con questi utenti e sviluppatori nel proprio programma e-Transactions
"think tanks," che sarà aperto questo venerdì in Francia e negli
Stati Uniti, per sviluppare e testare le loro applicazioni.
La casa di Armonk ha dichiarato che vi sono stati poco più di 1.100
download della propria versione di Linux per S/390, scaricati dal suo
sito DeveloperWorks, malgrado il ritardo di ogni tipo di promozione
da parte della società.
Gli utenti potranno selezionare una partizione Linux sul mainframe
semplificando l'importazione di applicazioni Linux e Unix
direttamente nell sistema operativo Os/390. Secondo alcuni esponenti
della società, molti dei propri grandi clienti che intendono far
girare applicazioni per operazioni come l'e-commerce e il supply
chain management hanno parecchie difficoltà poiché il costo del
porting di queste applicazioni verso altre piattaforme è spesso
proibitivo. Linux ovvierebbe questo problema proprio per il fatto che
il porting risulta essere più facile e meno costoso.
Citando i rapporti del Tower Group, una delle società di ricerca di
mercato, i portavoce di Ibm hanno affermato che il numero degli
utenti Linux è salito dal migliaio circa del 1992 a oltre 9 milioni
dello scorso 1999. L'analisi Tower ha anche registrato che la spesa
mondiale dei sistemi operativi open source, da parte delle maggiori
100 istituzioni finanziarie, sta crescendo del 32 percento all'anno,
dai 50 milioni di dollari del 1998 a circa 200 milioni previsti per
il 2003.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here