Ibm: pronti a novembre i T-Rex a 24 e 32 vie

Big Blue punta decisamente sulla potenza per i propri sviluppi nella fascia più alta dei sistemi di elaborazione, proponendo un top di 9mila Mips per la versione a 32 processori. E nel 2004 è già in previsione una nuova architettura.

7 ottobre 2003 Ibm ha annunciato la prossima disponibilità dei sistemi di fascia ultra-elevata zSeries 990 T-Rex. La consegna delle prime macchine mainframe con il supporto aggiuntivo del nuovo software di crittografia avanzata - già presentato lo scorso agosto - dovrebbe incrementare le prospettive di vendita e di profitto per il quarto trimestre fiscale. Le nuove macchine sono di gran lunga le più potenti che Ibm abbia mai progettato. La versione a 32 processori del T-Rex sviluppa una potenza di 9mila Mips, secondo le valutazioni del responsabile marketing per le soluzioni zSeries Peter McCaffrey. Ibm ha in serbo una architettura ancora più potente per il 2004 ma per il momento i clienti si dovranno “accontentare” di questa novità, che dovrebbe comunque destare molto interesse nei settori dei servizi bancari, finanziari e assicurativi, oggi impegnati sul fronte del consolidamento su mainframe delle applicazioni mainframe e perfino delle stesse infrastrutture Wintel e Unix. Annunciato nel maggio di quest'anno, il nuovo zSeries 990 utilizza il mainframe processor G8 a 64 bit, con una velocità di clock di 1,2 GHz. Il livello di potenza di calcolo per singolo processore è compreso tra i 465 e i 485 Mips. La generazione precedente, quella dei G7 Turbo, ne sviluppava 300 a 770 Mhz di clock.


In passato, i modelli zSeries 900 con G7 Freeway non superavano i 16 processori per singola “immagine”. Oggi Ibm intende arrivare alla soglia dei 64 processori per singolo sistema, mentre il sistema operativo z/OS arriverà a supportare 48 processori per immagine, per un equivalente di 13.000 Mips. A questi livelli di prestazioni contribuiscono non solo la velocità ma anche il netto aumento di larghezza di banda, quasi quadruplicata: dai 24 Gb/sec dei Freeways ai 96 dei sistemi in fase di lancio. Anche la memoria è passata dai 64 GB dei Freeways agli attuali 256. In commercio sono disponibili quattro modelli zSeries 990. L'A08 dispone di otto processori attivi, il B16 ne ha sedici. Entrambe le macchine, disponibili da maggio e giugno rispettivamente, supportano fino a 15 partizioni logiche. Ora le versioni 990 C24 e D32 avranno rispettivamente 24 e 32 processori, con sottosistemi a due canali contro il singolo canale dei loro predecessori.In questo modo il numero di partizioni logiche z/OS passa da 15 a 30. Sempre piuttosto restia a fornire molti dettagli sui prezzi delle sue soluzioni mainframe, Ibm si è lasciata andare a qualche stima. Se un modello A08 base costa circa 1 milione di dollari ogni 2.000 Mips, un T-Rex a 32 vie costerà circa 15 milioni di dollari, a un costo compreso tra i 1.600 e i 1.700 dollari per Mips.


Attraverso la speciale versione del sistema operativo Vm fornita da Ibm sarà possibile montare su un T-Rex G8 decine se non centinaia di “istanze” Linux (queste istanze sono diverse dal concetto di partizione logica previsto con il z/OS). Inoltre, Ibm ha reso noto che da oggi sarà possibile connettere direttamente ai 990 gli array di dischi Unix che un tempo venivano interconnessi ai server tramite Fibre Channel.


Con un annuncio separato McCaffrey ha comunicato l'istituzione di una terza tipologia di esperti a supporto della clientela enterprise, accanto alle attuali figure dei Systems Engineers e dei Certified Engineers. I nuovi Systems Architect avranno il compito di promuovere l'adozione di tecnologie mainframe, blade server, grid e Linux, fondamentali ai fini della nuova strategia Ibm chiamata Infrastructure Simplification. Secondo McCaffrey, il personale già dedicato al supporto dei sistemi 990 conta già un migliaio di tecnici e una ventina di design center in tutto il mondo. A partire da settembre è in vigore il programma z990 On Demand, con una serie di sconti previsti per chi attiva oggi i processori G8.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here