Ibm dà una spinta ai servizi Web

La società ha aggiunto il supporto a numerosi standard B2B nel proprio database Db2 e nella linea di software e-commerce WebSphere, lanciando nuovi strumenti per le proprie linee di prodotto di messaging Lotus e di gestione Tivoli.

Ibm sta ampliando la linea di software back-end per aumentare la propria capacità di operare negli ambienti e-business intersocietari. Big Blue ha, infatti, aggiunto il supporto a numerosi standard B2B nel proprio database Db2, nella linea di software e-commerce WebSphere e ha lanciato nuovi strumenti per le proprie linee di prodotto di messaging Lotus e di gestione Tivoli.
Per la fine di questo trimestre, tutte e quattro le linee supporteranno gli standard, inclusi Java 2 Enterprise Edition (J2Ee), Simple Object Access Protocol (Soap), Universal Description Discovery and Integration (Uddi) e Web Services Description Language (Wsdl). L'idea, che sta dietro a quelli che sono definiti i servizi Web, è quella di ampliare gli strumenti delle applicazioni Ibm, che possono trasportare le transazioni Web programma-programma “out-of-the-box”, senza forzare le società a eseguire pesanti integrazioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here