I vendor di Eai di fronte alla pressione dei Web service

Microsoft e altri fornitori di servizi Web ritengono che la tecnologia dei servizi Web rimpiazzerà, di fatto, la tecnologia Eai.

Una nuova sfida attende i fornitori del mercato Eai. Si prevede, infatti, che tra poco questi si troveranno dinnanzi a una forte pressione dei fornitori di servizi e tecnologie basati sul Web. Microsoft, assieme ad altri fornitori dei servizi Web, quali Iona Technologies crede, infatti, che tra qualche tempo la tecnologia dei servizi Web rimpiazzerà, di fatto, la tecnologia proprietaria Eai, poiché la prima si basa su standard, è meno costosa e meno complessa. Secondo un product manager di Ibm BizTalk Server, alcune classi di Eai vendor, incluso WebMethods, hanno perso la propria finestra di opportunità per rendere l'integrazione e l'Eai meno complesse e dispendiose per gli utenti, sottolineando che gli utenti, in futuro, non desiderano rimanere sulle tecnologie proprietarie. Microsoft ha lanciato BizTalk Server 2000 alla fine dell'anno scorso e afferma di avere già 700 clienti, poco dietro a WebMethods, che ne dichiara oltre 770. Il prodotto utilizza l'Xml per collegare differenti sistemi assieme e automatizzare le comunicazioni business-to-business. All'inizio di questo mese Microsoft ha annunciato altri 140 nuovi adattatori per fornire connettività out-of-the-box da BizTalk alla maggior parte delle tecnologie comunemente utilizzate e delle applicazioni incluse Sap, PeopleSoft, Siebel, Oracle, J2Ee e Corba. Quest'attività suggerisce che Microsoft ha dei piani precisi per muoversi seriamente nel mercato degli Eai. Dal canto proprio, WebMethods crede che, anche se gli standard per i servizi Web, quali Soap e Wsdl sono importanti, essi non lo sono più di altri protocolli in passato e certamente non minacceranno le tradizionali tecnologie Eai. Il concorrente di WebMethods, SeeBeyond Technology è d'accordo sul fatto che la tecnologia dei servizi Web offre un modo più sofisticato per distribuire i processi di business su Internet, ma non è la panacea per risolvere tutti i problemi del business.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here