I giochi sporchi di Greenpeace

Un nuovo rapporto di Greenpeace mette sotto il riflettore le console di gioco: tutte utilizzano materiali tossici.

Si intitola "Giochi sporchi" ed è un report presentato proprio in questi giorni da Greenpeace sulle principali console di gioco.

Sotto la lente la Wii di Nintendo, la PlayStation 3 Elite di Sony e la Xbox 360 di Microsoft. Tutte, tuttora, sono risultate positive al test sulla presenza di PVC, ftalati, berillio e ritardanti di fiamma a base di bromo, sostanze tossiche alcune delle quali già vietate nei giocattoli e negli articoli per bambini utilizzati nell'Unione Europea. 

Il rapporto ha lo scopo di sensibilizzare le aziende produttrici a rendere più ecologici i loro prodotti.
Greenpeace riconosce l'impegno  a ridurre l'utilizzo di materiali pericolosi e sottolinea come Nintendo non utilizzi leghe di berillio nei contatti elettrici di Wii  e abbia limitato l'uso di Pvc e ftalati; come Playstation PS3 contenga circuiti stampati privi di bromo e come  XBox 360 impieghi meno ritardanti di fiamma nelle custodie.

Nondimeno, è l'invito, è possibile fabbricare console più verdi, anche prendendo esempio le une dalle altre e sostituendo i componenti pericolosi con materiali più sicuri.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here