Hp prima e dopo il merge, i dubbi del canale europeo

Dalla ricerca presentata dalla società di analisi Context molto è cambiato in due anni. I rivenditori Hp non sono più così convinti che l’azienda si sia rinforzata e guardano sempre di più ad altri vendor

10 ottobre 2003 La società di ricerche di mercato Context ha presentato un questionario a un campione di rivenditori europei di Hp nel settembre del 2001 e ha ripetuto l'indagine, con le stesse domande, nel settembre del 2003. L'intento era di capire se successivamente al merge con Compaq qualcosa fosse cambiato nei rapporti con i rivenditori. I risultati non sono certamente esaltanti.

Nel settembre del 2001 il 75% dei rivenditori interpellati, 467 per l'esattezza, affermava che il merge avrebbe “rinforzato” Hp; a oggi la pensa così il 49% dei rivenditori. Il 15% aveva registrato una reazione positiva da parte dei clienti, mentre oggi la percezione è salita al 29%. Ma mentre a settembre del 2001 solo il 18% dei rivenditori vendeva prodotti di altri vendor a oggi la percentuale è salita del 46%.

Secondo Jeremy
Davies di Context in due anni qualcosa è cambiato “Pochi si aspettavano che
Hp cambiasse così radicalmente in Europa come ha fatto. Da ciò è scaturita una
nuova Hp che domina il canale europeo e conta per oltre il 35% del business
attuale”

.

Se da una parte, prosegue l'analisi della
ricerca, i clienti hanno accolto positivamente il merge, dall'altra si tratta
soltanto del 29% del totale. Ciò che preoccupa è la “voglia” dei
rivenditori di cercare altri vendor che è forse dovuta a un
ridimensionamento dei costi di canale da parte di Hp per cercare di guadagnare
punti rispetto al concorrente Dell.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here