Hayes si ristruttura e parte con i modem Dsl

A pochi mesi dal completamento del merge con Access Beyond, il produttore di modem Hayes ha dato il via a una profonda ristrutturazione interna, che ha lo scopo di ridurre i costi operativi di almeno 4 milioni di dollari per trimestre. Il piano di rist

A pochi mesi dal completamento del merge con Access Beyond, il produttore
di modem Hayes ha dato il via a una profonda ristrutturazione interna, che
ha lo scopo di ridurre i costi operativi di almeno 4 milioni di dollari per
trimestre. Il piano di ristrutturazione prevede licenziamenti, risuzione
nell spese per le singole divisioni e la rinegoziazione di varie relazioni
di business. La scure potrebbe abbattersi in modo particolare nei confronti
delle sedi estere dell'azienda. Ma anche la razionalizzazione seguita alla
fusione necessita ancora di perfezionamenti. Delle due aziende, per
esempio, sono ancora in essere le rispettive strutture di vendita.
Intanto, sul fronte dei prodotti, Hayes tenta il rilancio gettandosi nella
tecnologia emergente del Dsl (Digital Subscriber Line). La società
statunitense, in particolare, ha mostrato al ComNet chiuso la scorsa
settimana un prototipo di modem Dsl da 6 Mbps compatibile con la tecnologia
utilizzata da Alcatel. Non tutti sanno che per lavorare, un po' come è per
la trasmissione dati a 56 Kbps, i dispositivi Dsl hanno bisogno di piena
compatibilità da entrambi i lati della connessione e, al momento, non
esiste uno standard unico. La tecnologia messa a punto dal colosso francese
delle telecomunicazioni è una delle più diffuse, soprattutto in Usa.
A stupire è, peraltro, il prezzo, che, a detta di Hayes, sarà fissato
attorno ai 300 dollari, mentre al momento si parla di uno street price di
circa 450 dollari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here