Google risponde alla Fieg

Indipendentemente dalle indagini dell’Antitrust, la società rilascia una nota sul proprio blog nella quale precisa la sua posizione.

Dopo la diffusione delle notizie ieri, in merito all'apertura di un fascicolo da parte dell'ntitrust, invitata dalla Fieg a indagare su possibili irregolarità nella gestione del servizio News da parte di Google, sul blog della società viene pubblicata una nota esplicativa sulle sue policy.

Google sostiene infatti che con il servizio News non attua policy sostanzialmente differenti da quelle adottate per la ricerca: di ogni notizia citata viene riportato il titolo, un paio di righe di testo e poi il link al sito dell'editore. Sta a quest'ultimo decidere come trarre profitto da queste visite. 
Questa è una prima risposta a una delle obiezioni sollevate dai ricorrenti, che sostengono non sia corretto che la landing page del lettore sia una pagina interna al sito e non la home page, sulla quale in genere transitano i messaggi pubblicitari più rilevanti. 

Quanto alla esclusione dai risultati del motore di ricerca di chi chiede di essere escluso dal servizio Google News, google risponde testuale: "Se un editore non vuole essere trovato su Google.com o su Google.it o su un altro motore di ricerca, può evitare l'indicizzazione automatica utilizzando uno standard universalmente accettato, chiamato robot.txt".
 
Se però desidera continuare a comparire nei risultati di ricerca di Google senza comparire su Google News, deve semplicemente contattare Google e "richiedere la rimozione dal servizio".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here