Google controlla gli accessi a GMail

Avvisati gli utenti nel caso di accessi multipli da locazioni diverse e distanti tra loro.

Google annuncia un aggiornamento al servizio Gmail. Da quest'oggi la webmail del colosso di Mountain View avviserà l'utente nel caso in cui dovessero essere rilevati accessi sospetti. Impiegando anche tecniche di geolocalizzazione, basate sull'indirizzo IP per l'accesso a Gmail, Google metterà in allerta l'utente allorquando venissero individuati uno o più accessi non effettuati da parte dell'utente che utilizza normalmente il servizio.
Se l'account Gmail viene utilizzato, ad esempio, da una nazione mentre a distanza di poche ore da un altro Paese, Google avviserà immediatamente l'utente. Gli accessi multipli da locazioni completamente differenti possono far pensare ad una posibile violazione dell'account con tutti i rischi che ne conseguono (invio di messaggi di spam, distribuzione di malware, avvio di attacchi phishing).
"Il nostro sistema di protezione utilizza comunque un approccio molto più sofisticato di quello appena descritto", ha puntualizzato Will Cathcart, product manager di Gmail. Cathcart ha comunque preferito non rivelare maggiori dettagli sul funzionamento del meccanismo di controllo appena implementato. Ha semplicemente aggiunto che la funzionalità "è da considerarsi come un'evoluzione di quanto già posto in essere da tempo" riferendosi alla "tracciatura" degli accessi, attivata da metà 2008, che ogni utente Gmail può liberamente consultare.
Seconco Cathcart gli account Gmail violati sarebbero, rispetto al numero totale delle caselle di posta attive, un numero estremamente ridotto. Purtuttavia, il problema è assai grave e doveva essere affrontato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here