Fame di sicurezza per i buoni pasto

In Day Ristoservice gli investimenti per essere in linea con la certificazione di Qualità, implicano anche un atteggiamento proattivo alla sicurezza in azienda.

Oltre 65 milioni buoni pasto destinati a 12.000 aziende clienti, 400.000 utenti finali e 80.000 affiliati sono parsi a Day Ristoservice un ottimo motivo per investire in sicurezza informatica. Parte del Gruppo Camst, l'azienda che è oggi una società per azioni da 405 milioni di euro di fatturato, ha affidato al system integrator di Rovigo ArchiMedia la scelta di un fornitore di sicurezza da affiancare agli strumenti di firewall introdotti in precedenza.

Un'esigenza chiaramente espressa da Sergio Benini, responsabile dei sistemi informativi di Day Ristoservice, in cerca di soluzioni adatte a permettere una navigazione in Rete differenziata, non solo in base a ruoli e funzioni in azienda, ma in grado di soddisfare la protezione delle due connettività Internet presenti all'interno della società, entrambe da proteggere contro malware, trojan e attacchi provenienti da applicazioni di controllo remoto o tunneling non autorizzati.

In qualità anche di software house per applicazioni in ambiente Web, ArchiMedia ha doppiamente soddisfatto tali esigenze proponendo due appliance eSafe, nel portafoglio della statunitense SafeNet dopo l'acquisizione dell'israeliana Aladdin, avvenuta a marzo 2009. Sempre eSafe ma su una macchina virtuale Vmware è l'antispam installato per una protezione completa della navigazione che, dalle filiali di Roma e Milano e dagli altri uffici commerciali che Day Ristoservice possiede in tutta Italia, transita nella sede centrale di Bologna.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here