E Linux andò sul tablet

Due piccole aziernde statunitensi hanno messo a punto un convertible con cuore Linux. E un prezzo decisamente interessante: 999 dollari

2 dicembre 2003 La proposta arriva da un piccolo produttore
statunitense, tale Element Computer con sede a New York.
La
società ha sviluppato, in collaborazione con un'altra piccola realtà con sede a
Seattle, tal Lycoris, un “convertible”, del tutto simile
nell'aspetto a un tablet pc, proposto sul mercato a 999 dollari.
La macchina
si chiama Helium 2100, ha come cuore un processore Antaur da 1 GHz di Via
Technologies e include un hard disk da 30 Gb.
Fin qui, poco di strano.

La particolarità di Helium 2100 è rappresentata dal sistema operativo, vale
a dire una versione personalizzata di Linux realizzata per
l'appunto da Lycoris, società specializzata nel “vestire” Linux con una
interfaccia Windows-like.
Ovviamente, ammettono le due società interessate
al progetto, la cosa più difficile da realizzare è stato il controllo delle
funzioni via penna.
Al momento la macchina supporta tutte le funzionalità di
touch screen, ma il pieno riconoscimento della calligrafia è previsto per
l'inizio del prossimo anno, insieme con il primo aggiornamento del software.

L'azienda si dice convinta del fatto che Helium potrebbe interessare da un
lato il pubblico degli utenti Linux, dall'altro i professionisti e le aziende
che incuriositi dallo strumento tablet pc, sono interessati a provarne
funzionalità e caratteristiche senza doversi accollare i costi di una macchina
Windows.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here