E’ italiana la Dichiarazione dei diritti in Internet

La Commissione per i diritti ed i doveri in internet, presieduta da Stefano Rodotà, ha presentato il frutto dei suoi lavori di circa un anno. La Dichiarazione dei diritti in Internet si compone di un preambolo e 14 articoli. Alcuni argomenti sono più navigati nei concili internazionali, altri sembrano più complessi da affrontare. Esempi di argomenti noti sono nel sintetico articolo 4 (non il più breve), che afferma la neutralità della Rete; ben più lungo l'art. 5 sulla tutela dei dati personali, mentre l'art. 11 si occupa del diritto all'oblio.
La stessa Laura Boldrini ha voluto questo documento e ne ha seguito l'iter nel tempo. Dopo l'approvazione, la Dichiarazione sarà presentata al prossimo Internet governance forum in Brasile, ha spiegato la presidente della Camera in conferenza stampa, con l'obiettivo di farne confluire i principi in una mozione parlamentare unitaria. E la presidente della Camera auspica anche che, con la riforma del regolamento di Montecitorio, si possa considerare anche la istituzione di una commissione permanente su Internet, un elemento non banale vista la staticità dell'impianto delle commissioni permanenti.
Laddove non si è riusciti con altre Reti tecnologiche, come l'acqua e la luce, si prova ora con Internet, il cui sviluppo soprattutto mobile ha abbassato le barriere d'ingresso.

Ecco l'elenco degli articoli.

Riconoscimento e garanzia dei diritti

  1. Diritto di accesso
  2. Diritto alla conoscenza e all’educazione in rete
  3. Neutralità della Rete
  4. Tutela dei dati personali
  5. Diritto all'autodeterminazione informativa
  6. Diritto all’inviolabilità dei sistemi, dei dispositivi e domicili informatici
  7. Trattamenti automatizzati
  8. Diritto all’identità
  9. Protezione dell’anonimato
  10. Diritto all’oblio
  11. Diritti e garanzie delle persone sulle piattaforme
  12. Sicurezza in rete
  13. Governo della rete

La versione completa della Dichiarazione è scaricabile da diversi siti (qui quello di Repubblica).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here