Doppio canale DDR400 per spremere l’Athlon XP 2800+

La piattaforma basata su processore Athlon XP e su chipset nForce2 offre alte prestazioni, grazie ai due controller DDR e alla grafica GeForce4 MX integrata, e un ampio corredo di interfacce tra cui Firewire, Dolby 5.1 e doppia Lan; la board di Asus costa 170 euro

AMD può ringraziare nVidia per la spinta che riceverà dal nuovo chipset
nForce2, annunciato a luglio e recentemente entrato in produzione senza i fatali
ritardi che avevano afflitto il primo nForce. La piattaforma che ne risulta sarà
disponibile nei prossimi mesi, forse troppo tardi per il periodo natalizio ma
con la promessa di grandi soddisfazioni (ed economia) per gli utenti.
La
potenza e il basso costo dei recenti Athlon XP trovano il supporto ideale
nell'architettura di nVidia, che include il bus HyperTransport (di AMD), due
controller per le più veloci memorie DDR del momento e un assortimento di
funzionalità difficile da battere.


Sono previste due versioni del Northbridge (IGP con grafica integrata e SPP
senza) e due versioni del Southbridge (MCP e MCP-T) che differiscono per il
supporto Firewire, per la doppia interfaccia LAN e per la Audio Processing Unit
(APU). Sono quindi possibili quattro combinazioni per realizzare altrettanti
tipi di motherboard; SPP e MCP-T sono comunque la combinazione per gli utenti
più esigenti, che preferiscono scegliersi da soli la scheda grafica.


Tra le interfacce supportate da nForce2 ci sono AGP8x, ATA133, USB 2.0,
Firewire, Lan e Dolby Digital, ma non l'Ata seriale, a cui suppliscono i
produttori di motherboard. Asus offre ad esempio la A7N8X (versione Deluxe)
senza grafica integrata ma con APU e due canali Serial Ata (controller Silicon
Image SiI 3112), reperibile a circa 200 euro Iva inclusa. Sebbene nella maggior
parte dei casi la memoria DDR333 fornisca le migliori prestazioni, le
applicazioni grafiche professionali (come modellazione e rendering 3D) ricevono
una spinta ulteriore dalla DDR400, a dispetto della maggiore latenza (tempo di
risposta).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here