Decolla la beta di Internet Explorer 9

I download della versione preliminare hanno superato del 60% quelli della beta di IE8 e puntano verso quota 11 milioni. Il browser è già piuttosto stabile e mostra tutte le sue potenzialità. Se lo volete provare fate attenzione ai plug-in, perché possono bloccare il computer.

Internet Explorer 9
prosegue nel suo percorso di test che dovrebbe portarlo a essere disponibile in
forma definitiva la prossima primavera. E un primo rilevante risultato il nuovo
browser lo ha già raggiunto: dopo circa un mese mezzo dal rilascio della
versione beta, sono stati effettuati più di 10 milioni di download dal sito
dedicato
. A fronte di questo risultato, Internet
Explorer 9 diventa il browser più velocemente usato nella
versione beta, superando del 60% i download dell’edizione preliminare di IE8
che nello stesso periodo di tempo erano stati circa 6,25 milioni.

Grande ovviamente la soddisfazione di Microsoft, ma
anche dei partner coinvolti (ovvero le aziende che sviluppano e gestiscono i
siti) e che sono parte integrante dell’evoluzione del browser. Infatti, IE9
propone una fruizione del Web decisamente innovativa, che mette il contenuto al
centro della navigazione, facendo assomigliare gli spazi online più a
un’applicazione che non alle pagine che tradizionalmente siamo abituati a
vedere. E per rendere possibile tale tipo di fruizione è chiaramente
fondamentale il supporto dei partner.

Attualmente nel mondo sono circa 600
i siti costruiti sulla piattaforma
IE9, sviluppati da 70 partner Microsoft. E di questi partner, una quindicina è
in Italia.

Chi volesse avere un’idea
delle potenzialità del nuovo browser, può scaricare la versione beta dal sito Test
Drive
dove si può trovare anche una serie di pagine e applicazioni
sviluppate appositamente per mostrare le funzioni più innovative e le altre
migliorie che caratterizzeranno il nuovo browser.

Ricordando che non è pensato per funzionare con Windows Xp, se ne avete la
possibilità, vi consigliamo di dare un’occhiata a IE9 perché vale la pena
vedere come è stata velocizzata la gestione della grafica (grazie all’utilizzo
”diretto” del processore grafico del computer) o come è stata ottimizzata la
stabilità del browser rendendo indipendenti tra loro le schede di navigazione.
Con una raccomandazione però: fate molta attenzione a installarlo nel computer che
usate per il vostro lavoro perché la gestione dei plug-in è ancora un po’
incerta e se effettuate l’aggiornamento da IE8 potreste avere qualche
spiacevole sorpresa: nei peggiori dei casi possono bloccare il computer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here