Datacore e Ibm: accordo strategico o scorciatoia?

Dopo l’accordo, annunciato la scorsa settimana, lo specialista di soluzioni di virtualizzazione si attende che Big Blue fornisca compatibilità a SanSymphony anche sui primi software di management dell’iniziativa Storage Tank.

Datacore Software, che solo la settimana scorsa annunciava di aver sottoscritto con Ibm un contratto di partnership commerciale, prevede che quando verrà ufficialmente rilasciato il software di virtualizzazione messo a punto dalla stessa Ibm, quest'ultima dovrà comunque fornire un buon livello di interoperabilità e integrazione con il prodotto Datacore. L'accordo autorizza Ibm a rivendere il pacchetto SanSymphony, il primo sviluppato da una terza parte per un bundle con le soluzioni hardware dell'Ibm Storage Systems Group. L'assistenza software verrà garantita dall'Ibm Service Group e inizialmente il prodotto verrà classificato come dispositivo di front end per i sistemi di dischi Ibm Shark. Successivamente, seguirà la certificazione per i dispositivi FastT. Ibm fa sapere che l'accordo con Datacore deve essere considerato tattico, una scorciatoia che Big Blue avrebbe adottato per poter offrire un software di virtualizzazione prima dei suoi concorrenti Emc e Hitachi, insistendo sulla non strategicità dell'operazione. Già lo scorso anno, va ricordato, Ibm aveva annunciato la propria iniziativa Storage Tank, senza però far conoscere esattemente quando e che cosa verrà rilasciato sotto questo nuovo marchio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here