Dall’Ue confermate le sanzioni a Microsoft

Respinta la richiesta di sospensione. I provvedimenti imposti dalla Corte Europea non sono stati considerati lesivi per l’attività della società.

Secondo una nota rilasciata da Reuters, la Corte Europea ha
confermato l'ammenda imposta a Microsoft, rifiutando quindi la
richiesta di sospensione presentata dai legali dell'azienda.
Le ammende erano
state comminate lo scorso mese di marzo, ritenendo Microsoft colpevole di abuso
di posizione dominante in materia di sistemi operativi per personal
computer.
Immediatamente Microsoft aveva presenatto ricorso, chiededno la
sospensione della pena, ma, stando a quanto riporta l'agenzia, la Corte ha
ritenuto le prove presentate da Microsoft non sufficienti a dimostrare che
i rimedi imposti dalla Commsiione potrebbero causare danni gravi e irrimediabili
al business complessivo della società.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here