Dalla Lombardia, voucher per ricerca, innovazione e brevetti

Il sistema camerale lombardo e la Regione Lombardia favoriscono l’innovazione nelle Pmi attraverso contributi a fondo perduto per cinque tipologie di intervento.

La Regione Lombardia e il Sistema
Camerale Lombardo hanno stanziato 5.970.000 euro per per la concessione di voucher per l'acquisto di servizi
di assistenza, consulenza e ricerca presso soggetti terzi
e l'introduzione di
figure professionali qualificate nell'impresa
.

L'obiettivo è quello di
avvicinare le imprese ai temi dello sviluppo tecnologico e dell'innovazione
realizzando un sistema in cui i diversi soggetti, imprese, università, centri
di ricerca istituzioni partecipino attivamente alla realizzazzione di processi
innovativi.

I voucher
possono essere richiesti dalle Pmi aventi sede legale e/o sede operativa in una
provincia lombarda
.

Le imprese possono
richiedere i voucher per interventi di analisi, assistenza e consulenza
prestate da fornitori accreditati1 finalizzati a:

  • stimolare l'innovazione di processo e di prodotto
    anche attraverso il trasferimento tecnologico;
  • supportare la partecipazione delle imprese a
    programmi comunitari;
  • favorire l'inserimento di figure professionali
    qualificate in azienda;
  • sviluppare una rete informatica sicura;
  • ottenere brevetti o modelli europei e/o
    internazionali.

Nello specifico si intendono proporre interventi
di sostegno per:

  • Voucher A - Sviluppo
    dell'offerta di conoscenza
    : collaborazione con un centro di ricerca qualificato
    che svolge attività di ricerca di base e/o servizi di laboratorio per
    risolvere il bisogno di innovazione;
  • Voucher B - Supporto
    alla partecipazione a programmi della Commissione Europea
    : acquisto di servizi di
    assistenza tecnica per la partecipazione a bandi e opportunità in ambito
    comunitario, in qualità di partner o coordinatori, per “call for
    proposals” o “call for tenders” che risultano aperte nel periodo compreso
    tra luglio 2013 e giugno 2014;
  • Voucher C- Capitale
    umano qualificato in azienda
    : inserimento di personale qualificato in azienda che
    attraverso la propria professionalità apporti nuove competenze all'azienda
    e la guidi in complessi percorsi d'innovazione;
  • Voucher D - Sicurezza
    informatica
    :
    attivazione di percorsi per ottenere una rete informatica sicura e per
    individuare le vulnerabilità della rete non risolte che possono portare a
    corruzione irrimediabile e/o furto dei dati informatici;
  • Voucher E - Sostegno
    ai processi di brevettazione
    : ottenimento di uno o più brevetti europei, europeo
    unitario (brevetto unico europeo con effetto unitario giuridicamente
    valido e protetto nei Paesi dell'Unione Europea) e/o internazionali.

Ogni impresa può richiedere un unico voucher
per misura e sino ad un massimo di due voucher ed un solo voucher per la misura
E, come da tabella seguente:

L'aiuto finanziario è
concesso sotto forma di contributo in conto capitale
, il cui importo massimo varia in base al seguente schema:

  • Voucher A - Sviluppo
    dell'offerta di conoscenza
    : 9.000
    euro
    a fronte di un investimento minimo ammissibile di 15.000 euro. In
    caso di imprese neo-costituite l'importo massimo concedibile è aumentato a
    11.000 euro;
  • Voucher B - Supporto
    alla partecipazione a programmi della Commissione Europea
    : 5.000 euro a
    fronte di un investimento minimo ammissibile di 4.000 euro;
  • Voucher C - Capitale
    umano qualificato in azienda
    : 11.000
    euro
    a fronte di un investimento minimo ammissibile di 8.000 euro;
  • Voucher D - E-security
    sicurezza informatica
    : 3.500
    euro
    a fronte di un investimento minimo ammissibile di 4.000 euro;
  • Voucher E - Sostegno
    ai processi di brevettazione
    : 50%
    delle spese ammesse a fronte di un investimento minimo ammissibile pari al doppio dell'importo
    del contributo concedibile. In caso di imprese neo-costituite l'importo
    concedibile è aumentato al 60%
    delle spese ammesse a fronte di un investimento minimo
    ammissibile pari
    a 5/3
    del contributo concedibile.

Le domande per la fruizione del voucher dovranno essere
presentate esclusivamente online, sul sito www.bandimpreselombarde.it
per i voucher A, B, C e D e sul sito https://gefo.servizirl.it/ per i voucher relativi alla
Misura E
, dal 1 ottobre 2013 fino a esaurimento dei fondi
disponibili e comunque non oltre le 12.00 del 27 febbraio 2014.
Le domande relative al voucher B “Supporto alla partecipazione a programmi
della Commissione Europea
possono essere presentate invece fino al 29
maggio 2014
.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here