Da Ibm un nuovo chip per il wireless

La società ha in corso la creazione di un microprocessore che migliora le performance dei dispositivi senza fili e riduce il consumo energetico.

1 ottobre 2oo3Ibm ha annunciato il progetto di un nuovo chip bipolare che migliorerà la performance dei dispositivi wireless e ridurrà il consumo energetico fino all'80%.
I ricercatori, infatti, hanno studiato il modo di installare sia i transistor per la comunicazione (Sige) sia quello per il computing (Cmos) su un unico processore.
La scoperta di poter costruire sul wafer anche i Sige, e non solo gli Cmos, come avveniva in passato, è stata, quindi, fondamentale.
Secondo i vertici dell'azienda, i nuovi chip saranno implementati entro cinque anni e troveranno diverse applicazioni. Come la costruzione di radar anti collisione in grado di aiutare gli automobilisti a regolarsi sulla distanza di sicurezza, video streaming sui telefoni cellulari, piccoli device Gps e batterie che durano più a lungo.
Il progetto è portato avanti dal Centro per la ricerca e lo sviluppo dei semiconduttori di Ibm, dal Centro ricerca e dalla Divisione di microelettronica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome