Crescita con i servizi nel piano industriale di Italtel

Nel 2008 calati fatturato e indebitamento.

Il Consiglio di Amministrazione di Italtel ha approvato il nuovo piano industriale 2009-2011 e il progetto di bilancio 2008. Come riporta una nota odierna della società, il nuovo piano prevede un incremento del fatturato nel triennio, da conseguire con la crescita e il riposizionamento sui mercati Ict. Obiettivo primario è l'equilibrio economico, finanziario e patrimoniale. Italtel intende proporsi a operatori, Pa e imprese come Global Solution Integrator, per la realizzazione di soluzioni di reti di nuova generazione in Italia, nei principali Paesi europei e del Mediterraneo, e in America Latina.

Pertanto l'azienda di Settimo Milanese affiancherà al suo ruolo tradizionale di vendor e di system integrator l'offerta di servizi innovativi, focalizzati sulla graduale migrazione verso le reti a larga banda.

Il bilancio consolidato di Italtel al 31 dicembre 2008 presenta ricavi per 467,8 milioni di euro, in diminuzione rispetto ai 543,4 milioni di euro del 2007. Migliora l'indebitamento finanziario netto del Gruppo, che è sceso a 234,9 milioni di euro (dai 279,1 milioni di euro nel 2007).

I ricavi realizzati sui mercati esteri sono stati pari a 124,6 milioni di euro con un'incidenza del 27% sul totale, in crescita rispetto al 23% nel 2007).

Nel 2008 Italtel ha investito nella costruzione di competenze e tecnologie: la spesa in Sviluppo e Innovazione è stata di 104,9 milioni di euro pari al 22,4% del fatturato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here