Coralis, il nuovo marketplace B2B per le Pmi italiane

Al centro del nuovo marktplace la piccola e media impresa italiana, che potrà trovare in www.coralis.it servizi e strumenti strategici a prezzi competitivi.

Si chiama Coralis il marketplace B2B recentemente varato da Mercato Impresa, società costituita per il 65% su capitale del Gruppo Banca Popolare di Bergamo - Credito Varesino e per il 35% su finanziamenti B2Biscom, controllata del Gruppo e.Biscom. Al centro della nuova piazza digitale la piccola e media impresa italiana, che potrà trovare in www.coralis.it servizi e strumenti strategici a prezzi competitivi. Ad oggi gli abbonati sono già 2.000, per un'offerta di 20mila prodotti di general spending commercializzati da 140 fornitori, ma per fine anno il management della società conta di ampliare le partnership a 300 per un'offerta complessiva di 50mila prodotti. “Oltre ai beni fisici, l'iniziativa punta ad offrire soprattutto servizi (consulenza finanziaria, fiscale, legale, selezione del personale, marketing, noleggio auto, viaggi), supportando le Pmi nello sviluppo del proprio business attraverso Internet - ha affermato Valeriano D''Urbano, amministratore delegato di Coralis -. Nella creazione di questo marketplace abbiamo, infatti, fatto tesoro delle esperienze anche fallimentari che ci hanno preceduto, privilegiando le vere richieste provenienti dalle aziende. In uno studio effettuato su 100 società clienti e 80 associazioni di categoria è emerso come le piccole e medie realtà imprenditoriali italiane siano confuse. Quasi tutte sono connesse, ma in tante hanno infrastrutture tecnologiche carenti. In questo contesto l'e-business come reingegnerizzazione dei processi aziendali si dimostra un concetto ancora astratto”. Anche per questo Coralis procederà per gradi, passando prima da una offerta di abilitazione tecnologica, di consulenza, di compravendita, per arrivare successivamente al supportone nella creazione di aziende-rete. Lo stesso marketplace avrà prima una dimensione orizzontale, per arrivare a specializzarsi con offerte verticali entro la fine dell'anno. Il primo mercato digitale di questo tipo sarà sviluppato con la Federazione delle Associazioni Nazionali Industria Meccanica Varia e Affine, ma in seguito se ne aggiungeranno altri. “A questa prima fase nazionale, inoltre, - ha continuato D'Urbano - contiamo di farne seguire una seconda internazionale, non prima però del consolidamento del marketplace sul mercato italiano”.
Avviato con un investimento di 30 miliardi di lire, Coralis conta di chiudere l'anno con un fatturato di 8 miliardi e di raggiungere il break even entro i primi mesi del 2003. Tra i partner già presenti nell'offerta del mercato digitale i servizi e i prodotti di Avis, Compaq, Il Sole 24 Ore e Kpmg.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here