Confindustria e Consip promuovono la partecipazione delle Pmi ai processi d’acquisto della PA

Un nuovo accodo mira ad avvicinare le piccole e medie imprese al mercato delle forniture pubbliche tramite l’e-procurement, garantendo condizioni di parità per tutti gli operatori economici che desiderino parteciparvi.

Intende avvicinare le Pmi al mercato delle forniture pubbliche tramite
l’e-procurement l’accordo firmato da Vincenzo Boccia, presidente Piccola
Industria Confindustria, e Danilo Broggi, Amministratore delegato di Consip. L’intesa mira a stimolare i processi d’acquisto pubblici in particolare
attraverso il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA). A
usarlo, oggi, sono già 3.685 Pmi, di cui il 65% microaziende e il 25% piccole
imprese per un totale, nel 2010, di oltre 77mila transazioni effettuate e un
valore di oltre 254 milioni di euro. 

Alla base del progetto di collaborazione vi è l’impegno comune nel favorire la
crescita delle piccole e medie imprese e nel garantire condizioni di parità per tutti
gli operatori economici che desiderino partecipare a gare di appalto pubbliche,
come previsto nello “Small Business Act” e nel “Codice europeo di buone
pratiche per facilitare l’accesso delle Pmi agli appalti pubblici”. 

L’accordo prevede, inoltre, l’avvio di tavoli di approfondimento su diversi
temi di comune interesse, quali il ciclo d’acquisto della PA, lo sviluppo degli
appalti nell’ambito dell’Unione Europea, le tecnologie informatiche per i
sistemi d’acquisto e lo scouting di fondi per la diffusione dell’e-procurement
verso le Pmi.

Le associazioni territoriali di Confindustria potranno attivare con
l’assistenza di Consip Sportelli sul territorio, dove non ancora presenti, per
supportare le imprese locali nell’utilizzo del MEPA e degli altri strumenti
innovativi d’acquisto della PA, organizzando anche eventi e seminari di
approfondimento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here