Computer Gross tra il Web e i corsi itineranti

Migliorate diverse funzioni del portale B2b dell’azienda che punta ora a Tivoli e Websphere Ma importante è anche l’accordo di diretta con Microsoft

È già on line la nuova release del sito di B2b di Computer Gross.
Il distributore toscano ha lavorato alacremente a questa iniziativa per consegnare
nelle mani dei propri rivenditori uno strumento che li aiutasse nelle attività
di back office degli ordini. D'altra parte il giro di affari via Web è
aumentato decisamente (il 94% degli ordini dei pc, per esempio, passa per Internet
così come il 29,3% degli ordini di Xseries), tant'è che l'azienda
ha deciso di puntare con forza su questa strategia di vendita. Così,
in un anno sono stati stanziati interessanti fondi (si parla di 250mila euro)
che hanno permesso, anche, di assumere un team dedicato completamente alle attività
del Web, «non solo per casa nostra - spiega Moreno Falchi, responsabile
dei sistemi informativi dell'azienda -, ma anche per i nostri rivenditori
che potranno ora sfruttare le esperienze di professionisti sia per il loro Web
che per quello dei loro clienti»
. A questo proposito si allarga il
cerchio attorno alle attività del "dealer store", il sito di
e-commerce che Computer Gross mette a disposizione dei clienti dei propri rivenditori
per gestire in automatico gli ordini. Il tutto ruota attorno alla piattaforma
WebSphere a conferma di quanto Computer Gross sia sempre "Ibm oriented".
Ma allora come la mettiamo con il nuovo accordo Microsoft (vedi link)?
Gianni Sgarbi, marketing manager, non si fa problemi: «Ormai,
tra queste due realtà non ci sono più lotte all'ultimo sangue
per le piattaforme e noi come distributore dobbiamo essere là dove tira
il mercato»
. In questo senso le strategie sembrano leggermente accantonare
Linux (nel 2002 Computer Gross aveva creduto molto in questa crociata). «Piuttosto,
quest'anno
- continua Sgarbi - stiamo avviando roadshow e corsi su
Tivoli e Websphere, perché stanno diventando delle ottime opportunità
anche per i rivenditori che vanno sulla Pmi»
. In tal senso non stupitevi
se vedrete nella piazza del vostro paese un furgone che pubblicizza l'iniziativa.
Non è il motor home di "Stranamore", ma il caravan su cui si
faranno le 11 tappe del tour Tivoli & Websphere. Quindi, continuano le sessioni
formative erogate dalla Academy di Computer Gross che anche in questo caso hanno
iniziato a essere itineranti per il Bel Paese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here