Cirpack trova in Ibm un’alleata per il Voip

Il fornitore di switch vocali per i carrier ha presentato il SuperNode-B, una piattaforma basata sull’architettura BladeCenter-T di Big Blue. La quale, in cambio, ha offerto i propri servizi di supporto.

6 novembre Cirpack, fornitore francese di switch vocali per infrastrutture di operatori di Tlc, ha appena annunciato il SuperNode-B, una potente piattaforma di nuova generazione basata sull'architettura eServer BladeCenter-T di Ibm. Il dispositivo si presenta come una soluzione Class-4/Class-5 per carrier che abbiano necessità di gestire reti su lunga distanza e correlati servizi di abbonamento. La base è l'architettura che Big Bkue ha sviluppato espressamente per le Tlc, che nella fattispecie ospita l'High Velocity SoftSwitch di Cirpack per il controllo delle chiamate e il Public Telephony Gateway per la connessione delle reti di telecomunicazioni. Gli operatori, poi, possono aggiungere altri eServer blade per far girare applicazioni di terze parti.


L'annuncio è il frutto di un accordo siglato di recente fra le due società, che hanno deciso di collaborare per proporre soluzioni di telefonia pubblica di nuova generazione per service provider e carrier di tutti le aree allineate sullo standard Etsi, ovvero Europa, Medio Oriente, Africa, buona parte dell'Asia e America Latina. Ibm Global Services, in particolare, offrirà servizi di supporto e l'expertise nell'integrazione di sistemi per consentire ai clienti di implementare nuovi servizi, come il Voip, mentre viene mantenuta l'eredità legacy. Cirpack è entrata a far parte della rete di partner globali Spde, framework di Big Blue creato per avere link rapidi con i service provider Oss e Bss.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here