CES 2018, Qualcomm a tutto campo

Al CES 2018 Qualcomm Technologies ha annunciato che continuerà a lavorare per supportare personalizzazione, infotainment e sistemi telematici automotive come dimostra il recente lancio della Honda Accord 2018. La vettura è caratterizzata da una piattaforma Snapdragon Automotive, in grado di alimentare le applicazioni più innovative per i sistemi di navigazione e l’infotainment all’interno dell’autovettura. La nuova Honda Accord 2018 presenta inoltre un modem Qualcomm 4G LTE, sviluppato per supportare il sistema di connettività del veicolo Hondalink.

BYD Company Ltd. ha annunciato di aver selezionato le soluzioni automotive Qualcomm per i prossimi veicoli elettrici. A partire dal 2019 i veicoli elettrici di BYD disporranno di sistemi digital cluster e di infotainment integrati, basati sulla piattaforma automotive Snapdragon 820A. L’architettura software, il supporto hypervisor e le capacità di integrazione della piattaforma Snapdragon 820A contribuiscono all’impegno di BYD di integrare i suoi sistemi di infotainment e digital cluster all’interno di un’unica unità di controllo elettronico (ECU). Tutto è studiato per offrire benefici significativi in termini di ottimizzazione e integrazione rispetto alle architetture precedenti, che utilizzavano molteplici ECU all’interno del veicolo. L’utilizzo delle soluzioni automotive contribuisce a migliorare l’efficienza energetica dell’ECU integrata, che favorisce l’incremento delle prestazioni generali del veicolo, della durata della batteria e dell’autonomia di guida.

Qualcomm e Jaguar Land Rover hanno poi annunciato una collaborazione finalizzata all’utilizzo delle piattaforme automotive Snapdragon per alimentare telematica, infotainment e digital cluster altamente avanzati con la connettività integrata e abilitare l’intrattenimento per i passeggeri dei sedili posteriori, contribuendo a soddisfare la richiesta di esperienze in-car ricche, immersive e senza interruzioni nelle future auto Jaguar Land Rover.

Smart audio reference platform

Qualcomm ha annunciato che la sua piattaforma Smart Audio Qualcomm è stata selezionata da Amazon per il servizio vocale Alexa (AVS). La reference platform incorpora gli elementi hardware e software necessari per facilitare la rapida commercializzazione di smart speaker e soluzioni audio in rete e rappresenta il primo reference design completamente end-to-end per Alexa annunciato da un unico vendor.

Qualcomm ha annunciato il supporto per Android Things, per l’Assistente Google, Google Cast per audio e per altri servizi Google sulla piattaforma Qualcomm Smart Audio. La soluzione è studiata per consentire agli OEM di creare in maniera più semplice smart speaker differenziati dotati del supporto per l’interazione vocale dell’Assistente Google in varie fasce di prodotto. La piattaforma integrata è pensata per combinare capacità di elaborazione, opzioni di connettività, interfacce utente vocali e tecnologie audio premium per soddisfare la domanda crescente dei consumatori di smart speaker altamente intuitivi e dotati di una gamma completa di funzionalità.

Qualcomm ha anche lanciato la piattaforma Qualcomm Smart Audio che supporta Cortana. La piattaforma integra tutto l’hardware e il software necessario per supportare gli OEM a ridurre i tempi e i costi di sviluppo degli smart speaker che integrano l’assistente digitale intelligente di Microsoft Cortana, per un’esperienza di interfaccia vocale personalizzata che aiuta le persone a fare di più con sforzi minori, al lavoro come a casa o in mobilità.

Dal Mesh Networking ai prodotti Smart Home

Qualcomm ha anche annunciato che sta espandendo le capacità e le applicazioni della piattaforma e dei reference design Mesh Networking, contribuendo a definire il mesh come la piattaforma di rete privilegiata per le smart home di oggi. L’azienda sta abilitando, attraverso l’integrazione di Qualcomm Aqstic e Cortana capacità di riconoscimento vocale all’interno della piattaforma che permettono di gestire le esperienze domestiche semplicemente con la voce. Inoltre,

Qualcomm ha presentato al CES due nuove piattaforme Home Hub che supportano Android Things di Google. Basate su architetture SoC Qualcomm SDA624 e SDA212 (SoCs) piattaforme sono state sviluppate per aiutare gli sviluppatori e i produttori di dispositivi (OEM) a sviluppare velocemente e con costi contenuti hub domestici che integrano i servizi Google come l’Assistente Google. Gli Home Hub, che dipendono dalla connettività cloud e dalle più recenti capacità di computing e si articolano in varie forme e dimensioni, sono un mercato in forte ascesa. Inoltre, la piattaforma include anche SoM (System-on-Modules), tavole di sviluppo e reference design.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here