Ces 2007, il consumer prossimo futuro

Sovrastata dagli annunci di Apple la manifestazione di Las Vegas ha raccolto 2.700 espositori

Dell'edizione 2007 del Consumer electronics show si ricorderà più chi non
c'era anziché chi c'era. È infatti indubbio che con gli annunci del MacWorld
Apple abbia catalizzato su di sé l'attenzione molto più di qualsiasi azienda
presente a Las Vegas. E Steve Jobs, con l'iPhone e l'AppleTv, ha evidenziato
come la sua società intenda seriamente ampliare il raggio d'azione all'interno
del settore consumer, rafforzando ulteriormente il ruolo di primo piano che già
riveste grazie al suo iPod.



Apple a parte, ed escludendo anche
la scontata presentazione di Vista, il Ces ha evidenziato alcune interessanti
tendenze. Tra i 2.700 espositori, il video ha avuto grande risalto. I televisori
hanno mostrato di puntare sempre più verso l'alta risoluzione e sulla
versatilità: i plasma tendono a offrire colori sempre più vivi e con neri sempre
più “neri”

, mente gli Lcd hanno aumentato notevolmente la velocità di visualizzazione, raggiungendo i 120 frame al secondo e quindi hanno praticamente eliminato l'effetto “mosso” anche nelle scene più
movimentate. Riguardo il primato delle dimensioni dello schermo, in questa
edizione del Ces se lo è aggiudicato Sharp con 108 pollici.



Alle Tv hanno fatto da contorno

numerosi dispositivi volti a permettere la riproduzione di contenuti memorizzati su computer o supporti di vario tipo oppure scaricabili da Internet. Tra gli altri, un esempio interessante è quello che arriva dal Digital Entertainment Hd di Netgear, un prodotto che consente di visualizzare video, foto, e musica memorizzati in più computer all'interno della casa e collegati tramite rete, inviando tramite Wi-fi i contenuti in streaming alla Tv. Attraverso un controller separato, una funzione “Follow Me”
consente di mettere in pausa il video da una stanza e riavviarlo da
un'altra.



Dopo la delusione dovuta a una vana

attesa durata praticamente tutto il 2006, al Ces si sono visti diversi lettori di “Blue Disk”. Lg ha presentato un modello ibrido
in grado di leggere sia i Blue Ray sia gli Hd-Dvd che dovrebbe essere messo in
commercio a febbraio a un prezzo attorno ai 1.200 dollari. In esposizione anche
i primi masterizzatori interni per Pc per entrambi i formati, per il momento
solo a velocità 1x in scrittura e 4x in lettura.



Sempre sul versante personal
computer
, la manifestazione di Las Vegas ha confermato che il 2007 sarà
l'anno dell'affermazione dei processori quadcore e degli hard disk con capacità
da 1 Tb, fino a qualche tempo fa una capacità impensabile ma oggi diventata
pressoché una necessità per memorizzare tutti i contenuti audio e video. D'altra
parte Bill Gates nel suo keynote di apertura ha parlato di server casalingo,
destinato a gestire tutti i contenuti multimediali e quindi, implicitamente, con
una capacità di memorizzazione molto elevata. La prima azienda a rendere
disponibile un hard disk da mille Gb dovrebbe essere Hitachi verso la metà
dell'anno a un prezzo attorno ai quattrocento euro.


Tornando al discorso Tv, diversi

sono stati i modelli di cellulari esposti in grado di riprodurre le trasmissioni televisive. Da rimarcare la presenza di un Samsung dotato di uno schermo Lcd a “doppia faccia” e capace di visualizzare immagini differenti su ciascun display.

Le novità meno rilevanti
le ha forse mostrate il segmento dei riproduttori di file musicali, dove si è
messo in luce il player Sansa Connect di SanDisk, un dispositivo che non
necessita di collegarsi al computer per effettuare il download di musica o lo
streaming delle radio via Internet.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here