C’è anche chi rinuncia

Lg Electronics abbandona la vendita dei portatili in Italia. Digits identifica le cause nella scarsità d’offerta e nella poca chiarezza del modello di vendita

Lg Electronics decide di uscire dal mercato dei computer portatili in Italia. Alla breve dichiarazione di Alessandra Drago, Isp trade marketing della filiale italiana dell’azienda coreana, al momento in cui scriviamo non è seguito nessun approfondimento né comunicato ufficiale.

Per un’azienda coreana come Samsung, che entra nel mercato italiano dei notebook, un’altra lascia il campo.

La decisione arriva a circa un anno dal lancio delle tre famiglie di prodotto posizionate nella fascia media e negli ultraportatili. In particolare, si trattava dei P1-J Express Dual Series, degli Lw25-B Express Dual Series e dei Tx-4 Express Ultralight.

I distributori italiani delle soluzioni It di Lg Electronics sono una ventina. Tra questi abbiamo contattato Enzo Cutrignelli, responsabile di Digits, che già a novembre dell’anno scorso aveva manifestato qualche dubbio sull’effettiva riuscita del lancio: «C’erano stati altri incontri precedenti - ricorda Cutrignelli - e in tutti avevo espresso le mie perplessità. In particolare circa lo scarso numero di modelli ma, soprattutto, circa la totale assenza di una strategia di canale precisa. Tra l’altro non capivo come si potesse avere successo nel canale It tradizionale quando gli stessi prodotti erano già stati inseriti nei volantini di Media World o nel sito di e-commerce di Esprinet. Alla mia domanda specifica su quale canale si privilegiasse, Gdo o dealer tradizionali, non avevo avuto risposta».

E con questi dubbi Digits, come tanti altri, decise comunque di inserire i prodotti a listino a disposizione dei propri rivenditori. Il risultato? «Non abbiamo venduto nessun portatile Lg - afferma Cutrignelli -, non c’è mai stata comunicata l’effettiva disponibilità e, infine, ci hanno comunicato che sarebbero usciti dal mercato».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome