Canon e Nikon superano la barriera dei 6 megapixel

I nuovi modelli top di gamma delle due aziende sono macchine che ormai hanno ben poco da invidiare alle reflex tradizionali, di cui, per altro, usano le medesime ottiche

Sono in arrivo nei negozi (la disponibilità è prevista entro qualche mese) i
nuovi modellini fotocamere digitali firmati Canon e Nikon che consentono di
avere immagini con una risoluzione superiore a 6 megapixel.


Più in dettaglio, Canon  ha annunciato la nuova Eos D60, un modello
reflex single-lens che si indirizza all'utenza professionale. In grado di
raggiungere 6,3 megapixel, questa macchina fotografica consentirà di utilizzare
ottiche intercambiabili. Attesa sul mercato per il mese di aprile, dovrebbe
avere un prezzo attorno ai 3.000-3.500 euro.


Dal canto suo, Nikon propone la nuova D100, un modello dotato di un Ccd da
6,1 megapixel. Anch'essa volta a un utilizzo professionale, la D100 è una reflex
che permette l'uso delle ottiche Af Nikkor e, secondo quanto afferma il
costruttore, dovrebbe consentire di avere prestazioni simili a quelle delle
ammiraglie di casa Nikon, ossia delle D1x e D1h. Anche per la D100 si parla di
un prezzo prossimo ai 3.000 euro.


A fianco dei nuovi modelli top di gamma, sia Canon che Nikon hanno presentato
anche le fotocamere tramite le quali intendono realizzare i grandi volumi. Per
Canon si tratta delle PowerShot 100, A30 e A40: le prime due hanno una
risoluzione di 1,2 megapixel mentre la terza arriva a 2 megapixel. Quello che
differenzia i tre prodotti è la presenza dello zoom (nei modelli A30 e A40).


La fotocamera "da battaglia" di Nikon è invece la Coolpix 2500, una macchina
da 2 megapixel. Dotata di zoom Nikkor 3x, sfoggia un design ricercato che ha
permesso la realizzazione di un obiettivo rotante per consentire di fotografare
da ogni posizione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here