Cambia il change management di Merant

Recentemente formata dall’unione fra Intersolv e MicroFocus (come riportato in x-link Nasce Merant, "nuovo"…; 000; A; 16-02-1999 x-fine-link ), Merant muove i primi passi aggiornando il proprio sistema di change management repository-based, …

Recentemente formata dall'unione fra Intersolv e MicroFocus (come riportato
in
x-link
Nasce Merant, "nuovo"...; 000; A; 16-02-1999
x-fine-link
), Merant muove i primi passi aggiornando il proprio sistema di change
management repository-based, promettendo di agevolare lo sviluppo di
applicazioni globali. La mossa intende rivolgersi alla grande utenza
aziendale, che deve gestire una crescente complessità nei progetti di
sviluppo applicativo, spesso coordinando anche vari gruppi di lavoro
dispersi in varie località geografiche.
L'intento di Merant è di semplificare la gestione di questi processi,
attraverso l'integrazione di una nuova tecnologia di replica distribuita di
siti all'interno di Pvcs Dimensions 5.0, che sarà rilasciato il mese
prossimo su piattaforme Windows Nt, Solaris, Hp-Ux e Aix. La mossa dovrebbe
aiutare chi ha necessità di tenere traccia degli asset intellettuali di un
progetto, senza pregiudicare gli sforzi creativi dei membri di un team. Vi
possono essere compresi documenti progettuali, codice sorgente e piani di
progetto, tutti elementi che potrebbero essere riutilizzati, anche
nell'ambito di differenti progetti.
Altre nuove caratteristiche di Pvcs Dimensions 5.0 includono la possibilit
à
di scambiare file con Pvcs Version Manager, un codice cliente potenziato e
la possibilità di registrare un'intera copia dei cambiamenti effettuati in
un unico file. Il nuovo strumento avrà un prezzo di partenza di 3.200
dollari per singolo utente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here