Ca integra il Recovery Management

Pronta una soluzione completa per il supporto di storage, backup e recupero dati.

Ca ha rilasciato una nuova versione di Recovery Management, concepita per aiutare gli utenti nelle attività di protezione dati, business continuity e disaster recovery.
La soluzione è caratterizzata da nuove funzionalità di virtualizzazione, deduplicazione integrata dei dati e gestione delle risorse di storage (Srm, Storage Resource Management), oltre a modalità innovative per la reperibilità di informazioni.

Ca Recovery Management comprende le nuove versioni dei software di business continuity e disaster recovery Arcserve Backup, XOsoft High Availability e XOsoft Replication.

Ca Arcserve Backup esegue una protezione completa dei dati con gestione centralizzata e funzionalità concepite per aiutare l'It a fare di più con meno risorse e a costi inferiori, contribuendo nel contempo a ridurre al minimo il rischio di perdita dei dati.
Lo fa grazie alla combinazione di un sistema di backup su disco e su nastro.
Le caratteristiche salienti delle nuove funzionalità comprendono la deduplicazione integrata dei dati, quella dei backup di macchine virtuali in ambienti Microsoft Hyper-V, Citrix XenServer e Vmware, il potenziamento del supporto della virtualizzazione, compreso un nuovo processo di recupero dei file granulare a fase singola che contribuisce a ottenere una migliore ottimizzazione degli asset e consente di risparmiare tempo e risorse in ambienti virtualizzati, funzionalità di Srm integrate, che aiutano a effettuare il tracciamento e produrre report su componenti di storage fisici e virtuali, dashboard di business intelligence per la visualizzazione grafica dell'attività passata e recente effettuata nell'ambito dell'infrastruttura di backup, capacità di verificare l'integrità dei dati archiviati e di gestione delle password per chiavi di cifratura.

Ca XOsoft Replication e XOsoft High Availability offrono funzionalità di business continuity e disaster recovery con l'integrazione della replica sensibile al contesto applicativo, protezione continua dei dati (Cdp), failover manuale, programmato e automatizzato e test del Dr automatizzato e non invasivo.

Le nuove funzionalità comprendono il potenziamento delle funzioni di virtualizzazione, la certificazione di replica di macchine virtuali e failover, la replica per ambienti Unix, Linux e per Microsoft Office SharePoint 2007, un test automatizzato del Dr per verificare in modo proattivo la disponibilità del sistema di failover senza ripercussioni sull'ambiente di produzione, un motore nativo a 64 bit per replica e migrazione da x86 a x64.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here