Arriva Nehalem-Ep e Intel rinnova il fronte server

Diciassette nuovi chip di fascia enterprise per il lancio dei nuovi Xeon 5500 series. Settanta produttori già pronti con 230 sistemi.

È arrivato il momento del rinnovo dell'offerta Intel per la fascia server.
La società ha presentato infatti 17 nuovi chip di fascia enterprise, tra i quali lo Xeon 5500, nome in codice Nehalem-Ep, spicca come prodotto di punta.

I nuovi chip sono indirizzati inmodo specifico ad applicazioni in area data center e cloud computing e integrano tecnologia Intel Turbo Boost, Hyper-Threading, power gate integrati, Intel Virtualization.

Le piattaforme basate sul nuovo Xeon 5500 sono dotate di una larghezza di banda della
memoria tre volte superiore rispetto ai precedenti processori per server e sono dunque in grado di gestire un'ampia varietà di carichi di lavoro e condizioni, mentre la tecnologia Turbo Boost aumenta le
prestazioni del sistema in base alle esigenze dell'utente, regolando la velocità di clock di uno o
più singoli core di elaborazione.
Una serie di miglioramenti sono stati apportati sul fronte dell'efficienza
energetica, assicurando all'utente un maggior controllo sui costi dell'elettricità: il livello di potenza in inattività è stato portato a 10 watt, con una riduzione
del 50% rispetto al prodotto della generazione precedente, e sono stati introdotti 15 stati operativi automatizzati, in un'ottica di miglioramento complessivo delle funzioni di power
management del chip.

Nel quadro del rinnovo di gamma complessivo, sono state introdotte anche due versioni embedded dei nuovi Xeon, personalizzate appositamente per i segmenti di mercato delle comunicazioni.

Contestualmente al lancio dei nuovi processori, oltre 70 produttori di sistemi in tutto il mondo, tra i quali Dell, Fujitsu Technology Solutions, HP, IBM, Sun
Microsystems e la nwe entry Cisco hanno annunciato l'uscito di oltre 230 sistemi basati sul nuovo
Xeon 5500 series.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here