Anche per Via Technologies un secondo trimestre da dimenticare

Una diminuzione della domanda dovuta alla crisi del mercato dei pc ha visto il secondo produttore di chipset registrare un brusco rallentamento nei profitti: -41% rispetto allo stesso periodo del 2000

Anche per Via Technologies, il secondo produttore mondiale di chipset, è
arrivato il momento di fare i conti con un bilancio ben al disotto delle
aspettative. Ma quello di un profitto in calo del 41% nel secondo trimestre 2001
è un boccone davvero duro da digerire, soprattutto dopo aver registrato un +148%
nel primo quarter. D'altra parte, la contrazione del mercato del mercato di pc
non poteva non toccare anche chi dei computer realizza alcuni dei componenti
base.


In termini monetari, nel secondo trimestre di quest'anno Via ha realizzato
profitti pari a 29 milioni di dollari contro i 49,3 milioni dello stesso periodo
dello scorso anno. Questo risultato è frutto sia della diminuzione della domanda
dei principali costruttori di mother board, prima fra tutti Asustek, sia del
sensibile rallentamento dell'economia che ha portato a una generale diminuzione
delle spese da parte di aziende e utenti finali. L'effetto è stato davvero
eclatante: per la prima volta in 15 anni le vendite di computer sono diminuite
nel secondo trimestre.


E di ciò ne ha risentito pesantemente Via, che detiene il 40% del mercato di
chipset per Pentium, mercato che genera un giro d'affari pari a circa 3 miliardi
di dollari. A onor del vero, nel secondo quarter 2001 le vendite di Via sono
aumentate del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2000 (il fatturato è stato
di 211,3 milioni di dollari), ma questo risultato è stato ottenuto a fronte di
una forte riduzione del prezzo dei chipset.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here