Anche al solare termodinamico spetta la detrazione del 55%

L’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto che il bonus spetta anche per l’istallazione di sistemi termodinamici a concentrazione solare, limitatamente però alla produzione di energia termica e di acqua calda.

L'Agenzia delle Entrate ha riconosciuto che anche all'istallazione di sistemi termodinamici a concentrazione solare si applica la detrazione
del 55%, limitatamente però alla produzione
di energia termica e di acqua calda. La risposta si è avuta in merito alla risoluzione n.
12/E, a un contribuente che chiedeva, sulla base di una recente nota
dell'Agenzia Enea, la conferma del beneficio fiscale anche per gli impianti
solari termodinamici.

A detta dell'Enea, infatti, i sistemi termodinamici a
concentrazione solare, che utilizzano il sole per produrre energia termica, convertibile anche in energia elettrica,
sono pienamente assimilabili agli impianti solari. La stessa Enea differenzia, per l'applicazione
del beneficio fiscale introdotto dalla legge Finanziaria del 2007 ed esteso a
tutto il 2011, i sistemi utilizzati per la sola produzione di acqua calda, per i quali spetta
interamente il beneficio, da quelli per la produzione combinata di energia elettrica e
termica, per i quali la detrazione spetta limitatamente agli usi termici.

Sulla base di tali indicazioni, l'Agenzia delle Entrate
oltre a riconoscere il beneficio fiscale per questa tipologia di
impianti, precisa che la quota di spesa detraibile, nel caso di impianto a produzione
combinata, può essere data dalla percentuale di energia termica prodotta rispetto a quella
complessivamente sviluppata dall'impianto.

Anche per questa detrazione vale la
legge diStabilità 2011, che oltre a prorogare il bonus per le spese
sostenute entro il 31 dicembre 2011, ha stabilito che la detrazione venga ripartita in
dieci quote costanti di pari mporto, anziché in cinque.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here