Amd punta alla Cina

La società progetta di realizzare un centro sviluppo nella regione di Pechino. Obiettivo: la consumer electronics cinese

11 dicembre 2003 Amd ha reso nota la propria
intenzione di costituire un centro di sviluppo in Cina con
l'obiettivo di dar vita a nuovi prodotti per il mercato
dell'elettronica di consumo cinese. La società opererà in collaborazione
con Founder Group
, un gruppo industriale locale, e pare sia
intenzionata a stabilire la sede del Platform Development Lab nella zona di
Beijing.
Alla stregua di molte altre aziende tecnologiche, che guardano alla
Cina come a un mercato dal forte potenziale di crescita, Amd ha già sviluppato
nel Paese numerose partnership, che coprono i target più differenti: dai
supercomputer alle scuole.
Ora l'obiettivo è più mirato e punta ad aiutare
gli operatori locali a sviluppare e lanciare nuovi prodotti basati sui
processori Alchemy e Geode (acquisito lo
scorso mese di agosto, quando Amd rilevò la divisione Internet Appliance di
National Semiconductor), rispettivamente in architettura Mips e x86.

Entrambi possono essere utilizzati in prodotti che vanno dagli handheld ai
set-top box.
Founder Group metterà a disposizione dell'iniziativa esperienza
tecnica e staff ingeneristico, mentre Amd porterà, oltre ai chip, anche tool di
sviluppo e supporto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here