Al retail banking piace l’online

Secondo una ricerca di Efma e Finalta il 25% delle vendite di servizi avverrà tramite Web o contact center.

I canali diretti basati su Internet e la telefonia caratterizzeranno sempre più il business delle banche nel segmento retail, ossia quello indirizzato a famiglie e piccole imprese.

Risulta dallo studio Multichannel Sales Productivity presentato a Londra da Efma (European financial management & marketing association) e dalla società inglese di ricerca specializzata in ambito finance, Finalta.

Lo studio effettuato su oltre 85 banche di 40 paesi europei, Italia compresa, ha rilevato una forte e generalizzata spinta al business bancario tramite Internet e contact center, con un'accelerazione negli ultimi 12 mesi.

In un anno caratterizzato da una brusca frenata degli investimenti delle banche nello sviluppo di tutti i canali di vendita, quelli diretti hanno incrementato il loro contributo al business retail di oltre 3 punti percentuali, passando dal 12,2% del 2008 al 15,4% del 2009.

Tutte le banche interpellate prevedono un rapido incremento del business sui nuovi canali al punto che stimano che entro il 2012 un quarto del totale delle vendite di prodotti e servizi retail avverrà prevalentemente via Internet o contact center.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here