Adobe, sempre più Erm

La release 7.2 di LiveCycle Policy Server estende l’Enterprise rights management ai formati nativi Microsoft Word, Excel e Dassault Systèmes Catia

Adobe ha rilasciato la versione 7.2 di LiveCycle Policy Server, soluzione di
Enterprise rights management che garantisce il tracking e l'auditing di
tutto ciò che accade ai documenti, sia all'interno che all'esterno
dell'azienda.
In particolare, il prodotto ne garantisce una sicurezza persistente a livello
centralizzato, attribuendo agli utenti privilegi dinamici in funzione della
confidenzialità dei dati contenuti.

«Pur non essendo una major release - ha chiarito Andrea Valle,
direttore tecnico Southern Europe Middle East & Africa - la 7.2 introduce
rilevanti novità relative ai formati nativi supportati, che vanno ad
aggiungersi al tradizionale Pdf. In seguito all'acquisizione di Navisware,
avvenuta il gennaio scorso, sono state integrate, infatti, delle estensioni
che permettono di applicare controlli e policy a Microsoft Word ed Excel. Contestualmente,
è stato sviluppato il supporto ai formati Cad nativi Dassault Systèmes
Catia nella versione 5, anticipando la protezione e il controllo dei documenti
dalla fase di distribuzione a quella di creazione e produzione
».

In particolare, attraverso Adobe LiveCycle Policy Server per Catia sarà
possibile applicare diversi diritti di accesso ai singoli elementi dei documenti
di progettazione, tutelandone le proprietà intellettuali, indipendentemente
dal modo in cui i file sono distribuiti o dal luogo in cui sono archiviati.

Multipiattaforma sul lato sia server che client, la soluzione di Adobe permette
di associare le regole di controllo a livello individuale o di gruppo, a utenti
esterni al firewall e addirittura ad anonimi, opzione di particolare rilievo
per chi deve analizzare gli eventi collegati ai documenti, indipendentemente
dalle persone che vi accedono.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here