Adobe Connect 10

Adobe Connect consente di realizzare conferenze online, webinar, sessioni di digital training, attività collaborative a distanza e altro. Della soluzione di web conferencing e collaboration arriva ora la nuova major release: Adobe Connect 10.

Nel presentare Adobe Connect 10, l’azienda sottolinea tre novità principali. Innanzitutto, un client HTML tutto nuovo per i partecipanti alle riunioni virtuali. Poi, miglioramenti nel video HD e nell’interfaccia utente. Infine, un supporto ancora più esteso ed efficiente per il Single Sign On (SSO).

Vediamo in maggiore dettaglio queste novità.

Le novità di Adobe Connect 10

Negli ultimi 12 mesi, Adobe Connect Central è stato aggiornato con i componenti HTML moderni. Questi andavano a sostituire le interfacce che richiedevano Flash, tecnologia inesorabilmente (e ufficialmente) sul viale del tramonto. L’obiettivo dell’azienda era di portare anche il meeting client su HTML, e il nuovo client arriva con Adobe Connect 10.

Il nuovo client HTML disponibile in Adobe Connect 10 offre ai partecipanti un'esperienza d’uso più rapida e accessibile. Il look and feel moderno rappresenta una nuova direzione visuale per Adobe Connect: enfatizza i contenuti rispetto all'interfaccia della riunione. Se l’interfaccia ha subito una ri-progettazione completa, l'esperienza d’uso di base di Adobe Connect viene mantenuta.

Adobe Connect 10L'interfaccia HTML è disponibile per tutti i tipi di “stanza” di Adobe Connect: Meeting, Virtual Classroom e Seminar. Adobe è stata in grado di aggiungere il supporto per ogni pod (contenitore) Adobe Connect. Tuttavia, in questa versione il nuovo client HTML non ha ancora la completezza di funzionalità dell'applicazione desktop. Il supporto per alcuni contenuti e tipi di documenti non è ancora disponibile.

Host e Presenter, sottolinea Adobe, dovrebbero continuare a utilizzare l'applicazione Adobe Connect per trasmettere i video e condividere il proprio schermo. Un organizzatore può scegliere se abilitare o meno il client HTML per qualsiasi stanza. Può anche essere attivato o disattivato a livello di amministrazione.

Il nuovo client non sostituisce gli altri modi per partecipare alle riunioni di Adobe Connect. Gli utenti possono ancora utilizzare l'applicazione desktop, un browser che esegue Flash o l'app mobile su iOS e Android. A questi, si aggiunge il nuovo client HTML.

Miglioramenti nel video e nell’autenticazione

Il nuovo client HTML non è l'unico miglioramento presente in Adobe Connect 10. Nell’impostare la qualità video ora c’è una nuova opzione che consente di attivare il video ad alta definizione.

Adobe Connect 10Il pod video di Adobe Connect scala in maniera dinamica la qualità del video quando si modificano le dimensioni. In tal modo garantisce a tutti gli utenti della room un'esperienza video gratificante senza sacrificare la larghezza di banda.

Adobe Connect 10 introduce anche modifiche all'interfaccia dell'applicazione desktop. In essa sono stati implementati alcuni dei nuovi elementi di design del client HTML. È stata completamente ridisegnata la schermata di login. Sono state inoltre apportate alcune modifiche ai colori e all’aspetto.

L'API di Adobe Connect ha da sempre consentito di implementare il Single Sign On (SSO). Questa esperienza è stata resa più semplice e veloce con Adobe Connect 10. Connect ora offre un'integrazione immediata con il supporto per lo standard aperto  SAML 2.0. Ciò consentirà agli amministratori di implementare rapidamente il SSO per Adobe Connect in tutta l’azienda.

Adobe Connect 10Implementando servizi di autenticazione basati su SAML, quali Okta, con Adobe Connect, le aziende non devono più gestire due gruppi di utenti. E, da parte loro, gli utenti non devono più gestire password multiple.

Adobe Connect 10 inizierà a essere distribuito ai clienti hosted il ​​14 ottobre. I clienti on-premise potranno installare Adobe Connect 10 entro la fine dell'anno.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Adobe, a questo indirizzo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome