Acer, profitti si’, ma nel 2004

In seguito allo spinoff della divisione che cura la produzione di dispositivi Oem, Acer prevede di registrare fra tre anni un utile di poco inferiore ai 440 milioni di dollari al cambio attuale a fronte di un fatturato di 4,4 miliardi di dollari.

In seguito allo spinoff della divisione che cura la produzione di dispositivi Oem, il cui completamento e' previsto entro la fine del 2001, Acer prevede di registrare fra tre anni un utile di poco inferiore ai 440 milioni di dollari al cambio attuale a fronte di un fatturato di 4,4 miliardi di dollari. I dati sono quelli forniti in un articolo recentemente apparso sul Wall Street Journal. Secondo le voci raccolte dal quotidiano, circa il 6 percento del fatturato previsto nel 2004 deriverà dalle attività finanziarie del gruppo Acer e tutto il resto sarà attribuibile alle vendite di personal computer own brand e di altre attività industriali. Inoltre Acer continuerà a incorporare ulteriori divisioni in Acer Group e non esclude il rafforzamento del suo impegno sul fronte Intrnet tramite nuove acquisizioni. Stan Shih, presidente e amministratore delegato del gruppo avrebbe dichiarato che sotto diversi aspetti "Acer sta reagendo alla mutevole natura dell'economia globalizzata, muovendosi dall'era dell'information technology a quella dell'economia basata sulla conoscenza". La ristrutturazione in atto dallo scorso anno rappresenta un brusco distacco rispetto ai modelli adottati dalle unità manifatturiere di Acer fino a poco tempo fa. Tutt le attività di fabbricazione, con o senza marchio di proprietà, verranno scorporate in una nuova azienda che si chiamerà Wistron Corporation.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here