A servizio dell’ambiente l’Erp di Re.Media

Il neonato consorzio ha optato per la modalità Saas

Il Consorzio Re.Media è una realtà fondata nel 2005 da produttori e distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Nasce con lo scopo di ottemperare alle esigenze del Dlgs 151/2005, che impone agli operatori che vendono questi apparati di occuparsi della gestione dei prodotti sostituiti, sia in ambito domestico che professionale, allo scopo di minimizzare l'impatto ambientale. «Lo scorso anno - esordisce Maurizio Maggi, responsabile dei sistemi informativi di Consorzio Re.Media -, abbiamo disegnato i processi organizzativi e siamo partiti con la definizione dei requisiti dell'Erp. Il gestionale costituisce, infatti, la spina dorsale del nostro sistema informativo». La selezione dei software disponibili è stata condotta sulla base di alcuni criteri specifici.

«Abbiamo privilegiato - prosegue - le soluzioni standard e a larga diffusione che offrivano un facile accesso alle competenze disponibili sul mercato e ci permettevano di trarre beneficio dalle esperienze di altre realtà. Diverso il discorso per il controllo di gestione e la pianificazione aziendale, perché in questo caso abbiamo fatto da pionieri, visto che non esistono esperienze consolidate in un settore giovane come il nostro». La scelta del consorzio è ricaduta, per la componente di gestione del ciclo attivo/passivo e la contabilità analitica, su Microsoft Dynamics Nav; per il budgeting e il controllo di gestione su Profix, distribuito in Italia da Analytical Application e per l'evasione delle richieste di ritiro e la gestione dei rapporti con i soci su funzionalità sviluppate da Brain Force e integrate in Dynamics Nav. «Di Brain Force abbiamo apprezzato soprattutto l'offerta di totale esternalizzazione dell'Erp - puntualizza -. L'outsourcing ci ha permesso di non installare nulla in casa e di avere a disposizione una soluzione all'avanguardia, senza l'onere di acquisire competenze per lo sviluppo tecnologico o la gestione quotidiana, semplicemente pagando un canone mensile». I processi gestiti con Microsoft Dynamics Nav sono stati anche aperti all'esterno, grazie all'integrazione di SharePoint Portal Server: «Abbiamo sviluppato alcune estensioni dei processi standard - aggiunge Maggi -, che si integrano perfettamente nella base dati dell'Erp. Questi processi coprono la gestione dei soci e l'evasione delle domande di ritiro». Lo strumento è utilizzato da tutti gli 8 dipendenti, dagli 800 consorziati e da una ventina di fornitori di Re.Media. L'accesso al portale è aperto a loro e ai fornitori. I consorziati inseriscono mensilmente i dati, in un'area riservata, sui quali vengono calcolati i contributi dovuti a Re.Media e, inoltre, possono inserire eventuali richieste di ritiro di prodotti professionali. I fornitori accedono per svolgere alcuni passi del processo di evasione delle richieste di ritiro, sia in ambito domestico che professionale, e per verificare, in anteprima, le missioni approvate da Re.Media sotto forma di pre-fatture. «In questo momento - chiarisce - gestiamo quotidianamente un centinaio di richieste di ritiro, relative a circa 800 piazzole di raccolta comunali che, in prospettiva, diventeranno 1.500». In futuro, però, l'idea è di aumentare l'efficienza dell'operato del consorzio, incrementando la percentuale di materia prima riutilizzabile «e questo presuppone una maggiore integrazione con i fornitori - conclude Maggi -. Vogliamo estendere i nostri servizi anche ai non soci, come centri di assistenza tecnica e riparazione, migliorando i flussi dati lungo la filiera distributiva».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here